Articoli con tag Skill Games

raccolta skill games

Il mercato del gioco pubblico nel 2010

3

Dopo la pubblicazione dei dati “ufficiali” AAMS sulla raccolta dei giochi nel 2010, vogliamo fare un bilancio sull’andamento dei principali giochi online in Italia.
Skill Games, Bingo, Superenalotto + Win For life, scommesse ippiche e sportive, Gratta e Vinci e Concorsi Pronotisci hanno raccolto complessivamente più di 4,8 miliardi di euro con una crescita rispetto al 2009 del 28,2%. Il 65% della raccolta è rappresentato dagli Skill Gamese quindi sostanzialmente dal Poker online, che pur senza l’introduzione del cash games ha continuato a crescere anche se con evidenti segni di rallentamento negli ultimi mesi dell’anno, passando da un incremento del +100% a gennaio ad un modesto 5,9% a dicembre.

Molto più altalenante il dato di raccolta delle scommesse sportive che raggiungono quota 1,35 miliardi di euro che vuol dire +10,8% rispetto al 2009, ma occorre sottolineare che questo settore ha beneficiato dei mondiali di calcio, senza i quali la raccolta sarebbe stata negativa.

Il Bingo online invece, nel suo primo effettivo anno di esercizio ha guadagnato subito la terza posizione nella graduatoria della raccolta per tipologia di giochi arrivando a quota 146 milioni di euro, cifra che comunque è destinata a crescere per il prossimo anno.

Un ulteriore dato reso noto da AAMS che è in grado di rispecchiare anche gli andamenti registrati da alcuni giochi nel 2010 è rappresentato dai conti di gioco. Sappiamo che molti utenti hanno più conti di gioco ma è comunque utile osservare come il numero dei conti attivi ogni mese nel 2010 è stato di 4,3 milioni. Il trend di crescita ha subito un rallentamento nel corso dell’anno, segno che presto si arriverà ad una stabilizzazione dei giocatori attivi.

Winga online!

0

Da oggi è online WINGA il nuovo concessionario del gioco online di Buongiorno, società che si occupa da tempo di Mobile Entertaionment. Tra i primi prodotti disponibili il Poker (su piattaforma Ongame), poi seguiranno Lotterie, Bingo e Skill Games.

Ma le attese del mercato sono soprattutto l’offerta di mobile che fa parte del DNA di Winga.  Buon lavoro al team Winga e complimenti per il lavboro svolto finora.

Il Gioco a giugno

1

Sulla raccolta dei giochi online a giugno non manca l’effetto mondiali di calcio, le scommesse sportive hanno avuto una raccolta di 99 milioni di euro, +60,5% rispetto al 2009. 4 operatori si dividono più del 70% della raccolta in particolare Microgame, Lottomatica/Totosi, Giocodigitale/Bwin e Sisal. Un dato importante riguarda la spinta che è stata data alle scommesse live che hanno aumentato notevolmente la raccolta.

La maggiore attenzione sulle scommesse ha avuto effetti negativi sulla raccolta del poker online che ha registrato un calo del 13%, fermandosi a quota 242 milioni di euro. Il calo della raccolta è pressochè uniforme presso tutti gli operatori con l’eccezione di Pokerstars che naturalmentre ha un pubblico maggiomente fidelizzato al poker.

Non hanno subito invece contrazioni le giocate sugli skill games, che iniziano a segnare livelli importanti di raccolta superando gli 8 milioni di euro. Leader del mercato è Lottomatica, seguita da Snai e al solito, Microgame.

10aamstot09

Il mercato giochi online nel 2009

0

Nel 2009, la raccolta complessiva dei giochi online è cresciuta del 154% arrivando a superare quota 3,7 miliardi di euro. Nell’ultimo trimestre del 2009 la raccolta mensile si è assestata sopra ai 360 milioni di euro, mentre a fine 2008 la raccolta era stata di poco più di 200 milioni.

Nel 2009, la parte del leone l’hanno fatta senza dubbio gli skill game dove regna il poker, crescita: +868% per oltre 2,3 miliardi di euro, ogni giorno si giocano oltre 8 milioni di euro.

La raccolta si è assestata a fine anno sui 250 milioni mensili da oltre 600mila conti  di gioco, mentre a fine 2008 erano stati attivi “solo” 170mila conti. Da dicembre ’08 a dicembre ’09, si è passati da una giocata media per ogni conto di 580 euro a una da 416 euro.

Complessivamente tutti i giochi (quindi non solo gli online) hanno raccolto 54,4 miliardi di euro, il 3,5% del PIL italiano !

A causa della congiuntura economica la maggior parte dei settori hanno subito una battuta d’arresto o hanno perso diversi punti; questo significa che il gioco si è avvantaggiato della situazione (le persone cercano fortuna…) o la crescita sarebbe stata ancora maggiore se non ci si fosse trovati in questa situazione ?

iPad, una nuova piattaforma per i giochi?

0

Come è stato per l’iPhone nel mercato dei servizi mobili anche il nuovo tablet di Apple, l’ iPad, è destinato a cambiare profondamente il nostro modo di utilizzare servzi ed applicazioni su internet.

Se pensiamo che l’iPad, oltre ad essere multi-touch è dotato anche di accelerometro ed un potente processore è facile immaginare come il nuovo device possa rappresentare una novità anche per il mondo dei giochi, Skill Games in particolare. Se l’iPad replicherà il successo dell’iPhone basterà attendere qualche mese per inizare a vedere le prime applicazioni proposte sul mercato.

iPhone better

Lottomatica su iPhone

0

Un importante elemento di successo di una qualunque applicazione di Mobile Betting o Mobile Skill Games è rappresentato dal livello di customer experience che si riesce a garantire all’utente.

La piattaforma iPhone possiede senza dubbio questa caratteristica e su di essa si concentra l’attenzione degli addetti ai lavori, anche perchè l’utente che tipicamente utilizza l’iPhone ha una maggiore propensione all’utilizzo di una serie di servizi di mobile internet ed inoltre ha una maggiore disponibilità ad acquistare applicazioni e contenuti.

Le società del settore giochi e scommesse all’estero hanno quindi cominciato a sviluppare applicazioni o m-site appositamente per iPhone allo scopo di sfruttare al massimo il successo che questo smartphone sta avendo in tutto il mondo.

In Italia al momento l’ iPhone è uno degli smartphones piùvenduti, 3italia ha dichiarato di venderne circa 20.000 al giorno. Complessivamente dall’inizio dell’anno sono stati venduti da tutti gli operatori più di 1,5 milioni di iPhone, anche se i terminali attivi (che sono stati collegati ad internet) dovrebbero esseremeno di 1 milione.

Anche i concessionari italiani stanno cominciando ad interessarsi a questo tipo di piattaforma. Come abbiamo già avuto modo di osservare sono pochi i soggetti che già hanno servizi attivi su mobile, ma tra essi abbiamo notato che Lottomatica ha una versione dell’m-site per iPhone. Il design sembra ottimo e studiato appositamente per il touchscreen decisamente tra i migliori siti di scommesse per cellulari presenti in Italia, anche se è monocromatico .


Vedremo nei prossimi mesi come si muoveranno gli altri concessionari su questo fronte.

Skill Games nel 2010

1

Ho chiesto ad Enrico Rusi di darci la sua opinione sul mercato dei giochi online nel 2010. Di seguito il suo post

Il 2009 è stato sicuramente la conferma che il Poker sportivo in versione Texas Hold ‘em è molto piu’ di una semplice moda.
Dopo le prime timide previsioni prima del lancio dello scorso autunno quando si parlava di 400 milioni sull’anno,
si è subito percepito che il nuovo gioco limitato alla liquidità nazionale e alla versione torneo avrebbe dato enormi soddisfazioni. Oggi la soglia dei 2 miliardi è una certezza, ma cosa succederà per il 2010?

Sicuramente il poker sarà ancora la “killer application” dei giochi online e tutte le aziende si stanno preparando per partire in quarta sulla modalità cash che le ultime indiscrezioni danno live a fine gennaio.
Sarà tutto confermato? Chi saranno i primi attori a “riportare” sul territorio i giocatori cash che ancora giocano sul .com?

Ma il 2010 sarà anche l’anno del lancio di nuovi giochi e nuove piattaforme che sono oggi presenti sul mercato internazionale.
Gli skill games puri non hanno generato finora volumi confrontabili con il poker ma secondo molti operatori di mercato ci sono margini di differenziazione attraverso i giochi cosidetti italiani.
Visto il successo delle applicazioni fun su iphone perchè non puntare su briscola, scopa e tresette? Questi giochi, insieme ad alcuni altri come la bestia, fanno parte della cultura italiana e potrebbero incrementare quella voglia di mettersi alla prova giocando “pocket money” con gli amici della rete e far innalzare l’Arpu del cliente.

Alto punto interrogativo sarà il Bingo Online. Ormai atteso da tanto tempo il gioco è stato finalmente lanciato anche se finora il modalità fun ( Sisal). Diverse piattaforme internazionali stanno sondando il terreno ma le previsioni sono abbastanza discordanti. C’è chi parla di un mercato da 100 milioni anno chi prevede una grande sorpresa a livello di numeri supportata dai nuovi side casino games che dovrebbero essere live nel corso del primo semestre.

Infine non sono da dimenticare i classici giochi come Ramino, Scala40, Burraco e tanti altri che presentano buone community online che potrebbero essere disposte ad investire.

Enrico Rusi

Poker: è tempo di Skin

0

Sembra che ormai siano maturati i tempi per la diffusione delle skin di gioco in Italia e vi sono già alcuni importanti esempi di aziende con brand prestigiosi che hanno deciso di lanciarsi nel mercato.

Ma che cosa è una skin? È una modalità evoluta di affiliazione che consente all’affiliato di agire in primo piano nel mercato del gioco con un sito dedicato che propone pagine embedded nel sito del concessionario oppure una personalizzazione ad hoc del client di gioco come nel caso del poker.

Ciò consente al titolare della skin il pieno controllo e la titolarità del cliente sul quale può esercitare delle azioni di marketing in linea con le proprie strategie di mercato e di posizionamento del brand.

Il modello di business generalmente applicato è basato su Revenue Sharing oscillante tra il 25% ed il 50% in ragione del volume mensile generato.

Tra i casi più noti di questa modalità di affiliazione i più rilevanti sono ad esempio Virgin Poker o Smash Poker il primo in partnership con Cogetech il secondo con Giocodigitale, ma ve ne sono altri, forse meno noti al grande pubblico, come Poker Subito pensato per gli utenti Mac ed effettuato con BIG e l’ultimo arrivato The Poker Suite (come vedete su dominio .com) licenziato da Fueps, cioè DADA, a PartyPoker.

Come è evidente al momento si sta prediligendo il Poker ma presto si offriranno anche gli altri Skill Games, Superenalotto ed i Gratta & Vinci. La ragione principale di tale orientamento è dovuta al fatto che si tratta di tutta una serie di giochi che a differenza del Betting non comportano la gestione del rischio e consentono al titolare della skin di concentrarsi esclusivamente sul marketing.

Staremo a guardare se queste skin avranno successo o meno, nel frattempo se ne annunciano diverse pronte a partire. È certo però che un elemento di successo è rappresentato dalla forza brand che può consentire di abbattere il costo di acquisizione dei nuovi clienti e di fidelizzarli più velocemente.

Questo è un comunque un tema che vogliamo approfondire e sul quale ritorneremo in futuro.

Torna all'inizio
6sx