Articoli con tag Poker

Finalmente Poker Cash e Casinò in Italia

2

Finalmente dopo tante attese è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23 marzo il decreto che introduce in Italia il Poker Cash ed i Casinò. Il decreto di 15 articoli introduce grandi elementi di novità per il mercato italiano tra cui i principali:

  • la tassazione del 20% delle somme che, in base al regolamento di gioco, non risultano restituite al giocatore per giochi di sorte a quota fissa a distanza con vincita in denaro e per i giochi di carte a distanza con vincita in denaro, organizzati in forma diversa dal torneo (cioè Casinò e Poker Cash);
  • la destinazione a montepremi del 90% della raccolta;
  • il diritto di partecipazione non superiore a 250€ ed il massimale della posta di partecipazione alla sessione di gioco in 1.000 euro;
  • l’attivazione di strumenti per l’autolimitazione e l’autoesclusione dal gioco che vanno obbligatoriamente attivati da tutti gli utenti che acccedono al gioco.

Si tratta quindi di un’importante cambiamento del quadro regolatorio e di mercato del quale presto saranno visibili gli effetti in termini di offerta ed anche in termini di nuovi player, già attivi all’estero su siti .com, che entreranno nel mercato italiano.

I libri che insegnano a vincere a Poker

1

La letteratura sul poker sta avendo sempre più grande successo tanto che oramai tutti i libri inglesi vengono tradotti in italiano. Abbiamo quindi preso in rassegna alcuni libri di maggior successo

La letteratura sul poker è quindi ormai tanto ricca è variegata che non è difficile trovare testi in grado di spiegare come migliorare le proprie capacità di gioco. Occorre però sottolineare come come studiare il poker sia cosa ben diversa con la pratica e le emozioni che derivano dal gioco del poker. Pertanto per imparare il consiglio migliore è di affiancare la lettura alla pratica: anche dopo 10 libri sul poker non potrete considerarvi esperti del gioco.

Molti dei libri in circolazione sono stati scritti proprio dai migliori poker pro del mondo e pertanto la lettura dei libri sul poker può risultare davvero istruttiva.

Grazie al crescente interesse per il poker in Italia trovare traduzioni di questi libri oggi non è più difficile come qualche anno fa. Ce ne sono per tutti i gusti: il manuale base per cominciare a giocare a poker e capire le regole oppure libri di alto livello, per esperti del gioco, con le tattiche e le strategie dei poker pro che hanno valso loro la vittoria di prestigiosi braccialetti.

Tra i libri che non dovrebbero mancare nella libreria del giocatore di poker immancabile, senza dubbio è La Teoria del Poker dell’americano David Sklansky, uno dei maggiori rappresentanti del poker sportivo, il libro spiega in maniera molto chiara come mettere in pratica la teoria del poker con capitoli tematici riguardanti il gioco del poker e le sue varianti. Si parla della posizione al tavolo, il bluff, strategie come lo slowplay e tante altre cose che ogni giocatore dovrebbe conoscere. David Sklansky, durante la sua carriera, ha vinto tre braccialetti alle WSOP, il campionato di poker più prestigioso del mondo.

Oltre alla Bibbia del Poker scritta da Sklasnsy, ci sono altri libri validi come “Small Stakes Holdem: Winning Big with Expert Play” e “7-Card Stud: 42 Lessons How to Win at Medium & Lower Limits”. Si tratta di libri adatti ai neofiti del poker curato sempre dal campione David Sklansky insieme a Ed Miller e Mason Malmuth, professionisti anche loro del settore.

Questi due libri vi permettono di acquisire tutte le conoscenze basilari del poker e della variante più popolare Texas Hold’em. Il secondo è dedicato interamente a una variante di poker meno popolare, il 7 Card Stud, ma non per questo meno divertante. Molto utile la sezione riguardante i tornei Stud.

Ma non ci sono solo autori americani tra gli autori dei libri sul poker, merita una lettura il libro italiano dedicato al 7 Card Stud scritto da Antonio Cerruti e Giulio Ravagni dal titolo “Seven Card Stud – Low Limit”.  Sempre Made in italy è il libro la Filosofia del Poker scritto da Fabrizio Mercantini. In realtà la letteratura sul poker è molto più vasta e ricca sopratutto di testi in lingua inglese. Molto utili sono anche le riviste specializzate, presenti ormai anche in Italia che non solo discutono di strategie del poker ma anche di novità provenienti dal mondo del poker live e online.

IMG_0514

ENADA

2

Anche quest’anno si è tenuta Enada Primavera. la quattro giorni di esposizione degli apparecchi da intrattenimento e da gioco che rappresenta l’evento più importante nel settore in Italia.

Se l’edizione del 2009 era stata l’occasione per molti concessionari di far conoscere la propria offerta di poker online, quest’anno si è visto invece un grande interesse per le nuove VLT. Tra gli espositori, infatti non macavano i produttori di questi apparecchi come Bally, Aritocrat e Novomatic.

I concessionari hanno anche presentato i loro mini casinò che potranno ospitare i nuovi apparecchi comma 6b.

Non mancavano inoltre un’ampia esposizione dei terminali e multi-tavoli per il poker, fenomeno spesso poco conosciuto ma che rappresenta invece circa il 40% del canale di raccolta del poker online.

Winga

1

Un altro operatore del settore dei servizi mobili a valore aggiunto decide di entrare nel settore del gioco online. Dopo Dada e D2, che hanno lanciato rispettivamente le poker room online 4A e Maxipoker , anche Buongiorno annuncia l’ingresso nel settore degli skill games con il marchio Winga. Il progetto però non riguarda solo il poker online, la nuova offerta riguarderà anche il Bingo online ed i giochi di Casinò. 

L’intenzione annunciata è quella di presidiare sia il canale online ma anche il mobile, che fa parte già del DNA di Buongiorno e sul quale può vantare grande esperienza.

Un elemento importante che distingue Buongiorno dagli altri competitor citati è rappresentato dalla titolarità di una licenza.  L’obiettivo fissato nei primi 12 mesi è di 10 milioni di euro di ricavi.

Mentre si attende quindi il lancio effettivo del nuovo servizio (il sito ad oggi non è ancora online)  occorre sottolineare come dalle intenzioni dichiarate, Buongiorno potrebbe essere il primo operatore con una strategia che fa dell’online un punto di forza e non una semplice di completamento della propria offerta. Quindi dopo tanto parlare del Mobile Gambling avremo la possibilità di verificare quali saranno le reali disponibilità di utilizzo di questo tipo di gioco su cellulare.

Il mercato a Febbraio

0

La raccolta dei giochi online a Febbraio segna un altro record mostrando risultati in crescita sia sul fronte delle scommesse sportive che su quello del poker online.

Le scommesse hanno raggiunto quota 133,4 milioni di euro (+19,7% rispeto al 2008). Secondo i dati forniti da Agicos è interessante notare la crescita di Lottomatica, Eurobet e Bwin. Anche Giocodigitale, che pur restando un operatore minore nel settore delle scommesse, quasi raddoppia la propria raccolta in un anno.

Operatore febbraio 2010 (*) febbraio 2009 (*) Var % feb 10 /feb 09
Microgame

36,9

34,2

+7,9

Lottomatica/Totosì

32,0

23,9

+33,9

Snai

19,9

20,1

-1,0

Sisal

12,5

10,9

+14,7

Bwin

10,0

7,6

+31,6

Eurobet

5,1

2,9

+75,9

Gioco Digitale

3,7

1,9

+94,7

Cogetech

1,8

1,3

+38,5

Intralot

0,9

0,7

+28,6

Altri

10,5

7,9

+32,9

TOTALE

133,3

111,4

+19,7

Rispetto al mercato delle scommesse il Poker online, con una raccolta di 260,7 milioni di euro, vede diversi concessionari tra i protagonisti.

Operatore Quota di mercato Gennaio 2010
Microgame

29,4%

Pokerstars

17,4%

Gioco Digitale/Bwin

16,7%

Lottomatica

11,1%

Snai

7,0%

Sisal

5,1%

LSP

4,2%

Eurobet

2,2%

PartyPoker

1,7%

Cogetech

1,1%

Betplus

0,5%

Intralot

0,2%

Betclic

0,2%

Altri

3,1%

Da notare come Pokerstars pare ormai abbia conquistato il 2° posto.

Pokeritalia24

0

Che il Poker fosse un contenuto attraente anche per il pubblico televisivo, lo si era intuito dallo spazio crescente che ad esso viene dato nei palinsesti di Mediaset e Sky.  Su Italia1 infatti Poker1mania ha ormai nun suo spazio, mentre Sky risponde trasmettendo i tornei della notte del Poker Club o di Snai.

Ma da qualche giorno invece è nato un canale televisivo che si occuperà solo ed esclusivamente di Poker, a testimonianza di come questo gioco oltre ad essere un fenomeno di costume è per alcuni anche una passione. Si tratta di Pokeritalia24, la nuova rete televisiva del gruppo DeAgostini Editore che trasmette sia su Digitale terrestre che su satellite con un palinsesto è completamente dedicato al Poker. Il direttore del canale è Maurizio Caressa ex Country Manager di King.com. L’iniziativa sembra destinata ad una nicchia di appassionati del gioco, ma è una nicchia che interessa molto visto che è in grado di generare volumi di gioco elevati. Staremo a vedere se da Pokeritalia24 nasceranno nuove idee o nuovi format visto che all’interno dello stess geruppo ci sono altre 2 società che si chiamano Magnolia e Lottomatica.

Giocaigiochi in TV

1

Venrdì sera ero ospite a Sciarada, trasmissione di approdondimento di Videostar. Con me oltre alla brava conduttrice Silvia Butera altri 3 ospiti: Mirko Frigerio di Caesar Poker, Valentina Molin (sociologa esperta di patologie compulsive) e Albina Prestipino (responsabile Dipartimento delle Dipendenze Bergamo). Si è parlato naturalmente di gioco e delle sue possibili deviazioni, è stata riportata anche la testimonianza di 2 giocatori anonimi.

Dalla serata è emerso un quadro di tante situazioni di difficoltà e di dipendenza causate dal gioco per lo più legate a giochi caratterizzati però dalle seguenti caratteristiche:

  • giochi caratterizzati dalla velocità di esecuzione;
  • giochi che normalmente sono individuali e svolti in solitario;
  • giochi in cui la componente di abilità non è a chiamata a svolgere alcun ruolo.

In sostanza sembra che i giochi online ed in particolare il Poker Texas Hold’em si prestino poco a questo tipo di problematiche, anche se ci sono casi di dipendenza in questo ambito legati però principalmente a provider presenti su .com.

Appare comunque fondamentale per lo sviluppo di questo mercato garantire ed instaurare una serie di meccanismi di tutela per i giocatori patologici e le loro famiglie sopratutto in questa fase in cui ci si prepara a lanciare i giochi cash in Italia.

Sono quindi da valutare ed apprezzare le iniziative che i concessionari hanno avviato e stanno avviando in questi giorni a favore del Gioco Reponsabile.

Occorre quindi continuare a sensibilizzare il pubblico e creare dei meccanismi di autoesclusione o di esclusione che tengano conto del profilo del giocatore; non basta lasciare l’iniziativa al singolo che, in quanto giocatore patologico, difficilmente è in grado di decidere per se stesso.

Il nuovo poker di Giocodigitale

0

Si rinnova la piattaforma di Poker di Giocodigitale che rinnova il suo client con 3 nuove versioni:

  • client per Mac;
  • client Flash;
  • client Java, più leggero adatta a chi gioca in multitavolo.

In questo modo Giocodigitale adegua la propia offerta alle richieste del mercato iniziando ad indirizzare anche il target degli utenti Mac, finora presidiato da Bestingames e Bwin. Inoltre il nuovo client ha una serie di funzionalità che consentono di giocare facilmente ai tornei multitavolo.

In realtà non si tratta solo di un rinnovo del client ma in questo modo Giocodogitale inizia a migrare i propri clienti dal network di Telegaming sul network Ongame, lo stesso di Bwin, iniziando così a mettere a frutto le sinergie possibili tra i due operatori  .

Poker a squadre: perché alcune non sembrano competitive

0

Proprio in questi giorni diverse poker room online stanno presentando, o si apprestano a presentare, al pubblico le proprie squadre di giocatori che li rappresenteranno nei tornei live.

Far parte di una squadra di poker ha fondamentalmente due significati.

Può essere inteso come giocare per i colori di una nota sala da poker o gruppo di giocatori, oppure, in senso letterale, come essere membro di una squadra che partecipa a un torneo, il cui esito dipende dalla prestazione di tutti i componenti del team.

Nel primo caso, si tratta praticamente di una sponsorizzazione. La sala da poker (come può essere Poker Stars) o gruppo di giocatori (IPP o PSU ad esempio) assistono il giocatore e coprono parte o tutte le spese per la partecipazione a un torneo. D’altra parte, il giocatore grazie ai suoi successi, garantisce una buona pubblicità ai suoi sponsor. Chi non vorrebbe imparare le basi del gioco nella sala da poker in cui si è fatto le ossa un campione?

Nel secondo caso, invece, siamo in ambito competitivo. Esistono numerosi tornei a squadre organizzati dalle sale da poker online o da appassionati. In questa modalità di gioco, ogni membro della squadra gioca a un tavolo e la classifica finale viene formata prendendo in considerazione le prestazioni dei singoli componenti del team.

In questo secondo caso, è evidente che comporre la squadra utilizzando le migliori risorse disponibili è un must per sperare di arrivare al premio finale. Nel primo caso, invece, spesso la composizione del team è dettata anche da considerazioni pubblicitarie. Capita infatti di trovare squadre di sale blasonate composte da veri professionisti del poker, che portano prestigio alla sala e richiamano i giocatori più esperti, e da personaggi pubblici che in realtà non hanno una grande dimestichezza col poker, utilizzati per far avvicinare al mondo del poker il pubblico più vasto.

Poker House

Poker House di Lottomatica

0

A poche centinaia di metri dalla sede di Sisal di Milano, Lottomatica ha aperto POKERClub House un temporary shop dedicato a POKERClub, il brand dedicato al Poker online.

Lo scopo dell’iniziativa far conoscere al grande pubblico le regole del poker, si può giocare al tavolo verde in modalità for fun e sono previste anche delle giornate di lezione. Infatti il 3 febbraio al mattino ci sarà la lezione di Jonathan Parke, Senior Lecturer in Gambling Studies e business Strategy all’Università di Salford.

L’inizativa sarà ripetuta anche in altre città a partire da Napoli e poi Roma.

Ladbrokes Poker

0

Ladbrokes si prepara al lancio ufficiale in Italia del Poker online che sarà basato su piattaforma Microgaming. Al momento è possibile giocare gratuitamente con chips virtuali ma dai primi di gennaio si potrà giocare con soldi veri.

In questo modo, e con la nuova offerta di giochi di casinò del 2010, Ladbrokes si prepara a rafforzare la propria strategia online che diventerà l’unico canale di vendita in Italia dopola cessione della rete di agenzie.

Poker online a novembre

1

Negli ultimi 2 mesi sembra che la raccolta mensile del poker online si stia stabilizzando ad un livello ritenuto da record ad inizio anno. Anche novembre il totale delle giocate ha superato i 230 milioni di euro (233,8 M€).

Microgame attraverso il suo network ha raccolto oltre70 milioni di euro, al secondo posto, ed in calo del 9,3% rispetto ad ottobre, Giocodigitale con 38,2 milioni di euro. Sul podio anche Pokerstars che dopo le performance degli ultimi mesi sembra destinata, nei prossimi mesi, ad insediare il 2° posto di Giocodigitale.

quota % di mercato

Microgame

30,4%

Gioco Digitale

16,3%

Pokerstars

16,2%

Lottomatica

12,2%

Snai

6,5%

Sisal

5,3%

Bwin

4,5%

LSP

3,8%

Eurobet

2,2%

PartyPoker

1,4%

Cogetech

0,9%

Altri

0,3%

Totale

100%

Se consideriamo l’andamento da inizio anno, sul totale degli oltre 2 miliardi di euro raccolti si nota come oltre la metà del mercato sia rappresentata dai primi 2 operatori.

quota % di mercato

Microgame

26,5%

Gioco Digitale

24,0%

Lottomatica

14,4%

Pokerstars

11,2%

Snai

6,7%

Bwin

6,3%

Sisal

4,4%

LSP

2,9%

Eurobet

2,3%

Cogetech

0,8%

PartyPoker

0,6%

Altri

0,0%

Totale

100,0%

Fino alla chiusura d’anno queste quote, salvo grandi sorprese, sembrano destinate a rimanere pressochè stabili, il 2010 porterà sicuramente a nuovi equilibri rispetto al quadro attuale.

Poker cash

0

Dopo il via libera della UE, si lavora alle norme attuative delle nuova modalità di gioco del Poker: il cash game, che attualmente rappresenta il 65% del volume di gioco sui principali siti .com. Questa modalità di gioco, non a forma di torneo,  consentirà di reintegrare la posta durante la partita e di entrare ed uscire dal tavolo di gioco dopo ogni sessione. Il limite massimo che ogni giocatore potrà piazzare durante una partita è di 1000 euro. Il montepremi sarà non inferiore all’80% della raccolta. Per i giochi non in forma di torneo la % del montepremi sale a 90. Altra novità riguarda il buy-in massimo che sarà di 250 euro.

Uno degli effetti principali del poker cash sarà senza dubbio quella di accentuare l’importanza del network, inoltre si ridurrà la durata delle partite ed in tal caso il poker online sarà accessibile ad un target più ampio, che si collega anche in nuove fasce orarie, per esempio anche durante la pausa pranzo in ufficio.

BetClic.it

0

E’ online da ieri il nuovo sito di BetClic su dominio .it. Al momento vi è il redirect sulla sezione Poker, mentre per l’accesso alla sezione Sport si apre un popup che richiede la regitrazione sul sito. Il sito sarà pienamente operativo a gennaio 2010 nel frattempo per gli iscritti che installano BerClicPoker  è a disposizione un bonus di 250€.

PokerScout

0

Un utile strumento utilizzato dagli addetti ai lavori per misurare la popolarità, in termini di traffico e di giocatori sui siti e sui network di Poker online a livello mondiale, è PokerScout. Questo sito, dal 2006, fornisce una serie di informazioni utili:

Osservando i dati si nota come PokerStars in questo momento sia il sito n° 1 sia in termini di giocatori medi con un picco di giocatori con un picco di oltre 41.000 giocatori collegati online contemporaneamente. Seguono al 2° posto Full Tilt Poker e al 3° i siti del network iPoker di Playtech.

Torna all'inizio
6sx