Articoli con tag Ongame

I nuovi Player

0

Si allunga di giorno in giorno l’elenco dei nuovi concessionari aggiudicatari delle nuove licenze AAMS. Tra loro qualche player già attivo all’estero con sede a Malta o Gibiliterra e alcuni nomi di aziende italiane già attive in altri settori di business e che cercheranno di fare sinergia con il proprio Core Business. Ecco l’elenco dei player che aggiorneremo ogni volta che AAMS darà comunicazione:

1) POSTE MOBILE, l’MVNO di Poste Italiane che si è aggiudicato la prima delle 200 nuove licenze.

2) INTERWETTEN GAMING LTD, nome già noto al pubblico degli scommettitori

3) PERSONAL EXCHANGE INTERNATIONAL LIMITED, operatore con sede a Malta già attivo in altri paesi con il brand MyBet

4) GNUF LIMITED, già attivo nell’ambito dei Casinò online con i prodotti di Microgaming

5) NEXIGAMES LIMITED, che opererà con il brand Gioca Casino ed ha già annunciato che il provider dei giochi sarà Spiral Solution

6) LEISURE SPIN LIMITED, specializzata in Bingo e Casinò e parte del gruppo Gamesys, società inglese che opera anche come provider di software di gioco

7) GLAMING srl COSTITUENDA, uno dei soggetti più interessanti tra i nuovi; nato dalla Joint Venture tra Arnoldo Mondadori Editore e Fun Gaming.

L’elenco si allungherà nei prossimi giorni ma come già si può osservare il mercato italiano si sta arricchendo della presenza di player importanti e con esperienza acquisita su altri mercati. Altro elemento importante sarà il nuovo scenario dei software provider che finora ha visto in Italia come protagonisti sostanzialmente Playtech e Ongame ma che invece vedrà l’ingresso in Italia di altri provider importanti primo fra tutti Microgaming.

pokerscout

La classifica dei Network di Poker

0

Mentre si aspetta con ansia l’arrivo del Poker cash è interessante fare una riflessione su come si ridistribuirà, nel nuovo scenario, l’attuale “popolazione” di giocatori italiani online, in particolare se cambieranno gli equilibri di mercato tra gli attuali network di Poker.

Se confrontiamo i dati dei giocatori online forniti da Pokerscout è possibile avere un’idea della situazione attuale.


  • Pokerstars si conferma come il Network più importante in Italia con una media giornaliera di giocatori contemporanei, calcolata nei 7 giorni della settimana, di 4.800 e con un picco massimo giornaliero di oltre 12.000 utenti.
  • PeoplesNetwork di Microgame segue al secondo posto con una media di 4.500 giocatori al giorno;
  • Ongame si piazza al terzo posto ma è in decisa ascesa se confrontiamo il dato con quello dei mesi precedenti;
  • molto più contenuto il network PartyPoker che chiude la classifica con poco più di 500 giocatori.

Vedremo quindi cosa accadrà con il Poker Cash visto che gli attuali utenti valuteranno con attenzione il nuovo prodotto ed inoltre entreranno di sicurto nel mercato italiani altri network di primo piano a livello internazionale.

Winga online!

0

Da oggi è online WINGA il nuovo concessionario del gioco online di Buongiorno, società che si occupa da tempo di Mobile Entertaionment. Tra i primi prodotti disponibili il Poker (su piattaforma Ongame), poi seguiranno Lotterie, Bingo e Skill Games.

Ma le attese del mercato sono soprattutto l’offerta di mobile che fa parte del DNA di Winga.  Buon lavoro al team Winga e complimenti per il lavboro svolto finora.

I network di Poker in Italia

2

Spesso si parla dei diversi concessionari di gioco attivi nell’ambito del Poker citando il network al quale appartengono. Ma quali sono i network di Poker attivi in Italia? Con l’aiuto di Giovanni Carboni abbiamo provato a dare una foto dell’attuale situazione italiana.

Innanzitutto il network può essere definito come un insieme di poker room ospitati da un’unica piattaforma software di Poker.

In Italia al momento i principali network presenti sono:

  • Microgame, che ha un network di circa 20 concessionari ai quali si collegano altri titolari di sistema e skin per un totale di quasi 100 siti diversi che offrono il poker e che insieme a febbraio sono riusciti a cubare circa il 29% della raccota complessiva;
  • Pokerstars, la prima platform, al mondo, che per politica non ospita altri concessionari né opera tramite skin;
  • Playtech,  a cui fanno riferimento come provider concessionari Sisal, SNAI, Cogetech, Eurobet e Gamenet (che operano anche attraverso varie skin, tra cui Virgin); 
  • Ongame, di recente formazione e che rappresenta big del mercato come Bwin e GicoDigitale ma che comprende anche tra gli altri, Casinò di VeneziaGmatica e Betpro nonché Sportingbet e Parr come titolari di sistema (cioè che offrono il gioco tramite la concessione di uno degli altri concessionari);
  • PokerClub, che in realtà è la piattaforma proprietaria di Lottomatica e ospita il gioco con il brand Lottomatica e Totosì e, da poco, ospita anche Joka;
  • Leonardo Service Provider utilizzato da alcuni concessionari tra cui Betting2000 e Bestingame (che peraltro dispone anche dell’autorizzazione per una platform autonoma) ospita una decina di skin e Dollarobet;
  • Microgaming, che dopo Ladbrokes sembra intenzionato ad allargare il network italiano;
  • Infine PartyGaming che è tra i primi network al mondola cui platform ospita Intralot e che offre il gioco anche tramite 4A.

Il ruolo del network se è stato cruciale nel momento del lancio del poker online in Italia lo diventerà ancor di più ora all’avvvio dei cash games per due ragioni principali:

  • il livello di liquidità che riescono a garantire, cioè il numero di giocatori presenti;
  • la tipologia di piattaforma ed i moduli disponibili.

Quest’ultimo aspetto spesso trascurato si rivela importante soprattutto in ottica evolutiva. Alcune piattaforme sono esclusivamente web based o con client altre, invece, mettono a disposizione interfacce Flash, Java e client eseguibili. Inoltre alcune prevedono già un modulo mobile o Interactive TV altre no. Sono quindi tutti elementi che vanno valutati in fase di startup ma non solo.

Al momento difficile prevedere se la diffusione del Poker Cash cambierà il peso dei vari network sul mercato italiano che vede soprattutto l’affermazione di alcuni network: Microgame, Playtech, PokerStars e Ongame. Di sicuro i nuovi player che entreranno nel mercato drovranno effettuare una scelta o magari ripetere la scelta già fatta all’estero e ciò giocherà a favore di piattaforme internazionali come Playtech e Microgaming.

Torna all'inizio
6sx