Nuovi Player

paddypower - spot Gesu

Paddy Power, osa!

0

Avevamo già accennato alla capacità di Paddy Power di distinguersi dagli altri competitor per l’originalità delle iniziative pubblicitarie.

Online in Italia da prima dell’estate, il bookmaker irlandese ha subito lanciato una serie di divertenti iniziative in occasione di ogni partita dell’Italia ai mondiali di calcio (tranne la finale!).

Per la partenza del campionato e dopo le polemiche sul calcio scommesse Paddy Power ha deciso di chiamare in campo Gesù , ma lo spot è stato censurato da molte tv.

Visto il soggetto utilizzato nello spot una censura era prevedibile, ma il passaparola dei social network sta premiando la creatività degli uomini di Paddy Power visto che in questi giorni di fine agosto il video è stato visualizzato su Yotube da oltre 26 mila persone. Non ci resta che incitare i creativi di Paddy Power nel continuare ad osare.

paddypower gufi

Paddy Power gufa ancora!

0

Forse ci ha portato un pò di fortuna e spero l’iniziativa si ripeta, ma al di là della scaramanzia il Flash mob di Paddy Power organizzato venerdì in Piazza di Spagna (100 persone vestite da gufi a “gufare” contro la Spagna) rappresenta un assaggio della creatività del bookmaker irlandese.

 

Paddy Power si è sempre distinto per le campagne originali e provocatorie con video diffusi in TV e su Youtube che spesso superato il milione di visualizzazioni e ciò ha creato molte attese sul lancio della prima campagna in Italia. Ci aspettiamo quindi qualcosa di originale e divertente ingrediente spesso assente in alcuni spot televisivi sulle scommesse ed i casinò online.

paddypower.it homepage

PaddyPower online

0

Paddy Power da oggi è online. Lo storico bookmakers Irlandese, dopo aver ottenuto la licenza per operare in Italia, rivela finalmente il proprio portale per il mercato italiano.

paddypower.it homepage  L’offerta iniziale è basata sulle scommesse, prodotto core di Paddy Power ma è già intuibile come presto si coompleterà con i giochi di casinò, poker e bingo.

Un delle cose più interessanti è il rilievo che viene dato al mobile, canale che rappresenta all’estero circa il 26% della raccolta. Il mobile site per iPhone è già online e presto saranno lanciate le versioni per Android e Blackberry.

le apps di paddy power per ihone android e blackberry

Si tratta di un avvenimento importante per il mercato italiano proprio perchè paddy Power ha già acquisito ottime competenze su mobile ed è stato in grado di promuoverlo anche attraverso iniziative che si sono rivelate ottimi esempi di viral marketing. Ad esempio la campagna Ladies Day lanciata su Youtube.


In bocca al lupo al team di Paddy!

CarloGualandri

Si rafforza la filiera del gioco in Italia: nasce Active Games

0

Spesso in questo settore si parla di concessionari, di AAMS e degli utenti/giocatori senza evidenziare come la filiera del gioco sia molto più complessa di come appare ai non addetti ai lavori.

Infatti in molti casi il concessionario vede a monte (verso Sogei) ed a valle (verso l’untente) della catena del valore una serie di altri soggetti che hanno dei ruoli fondamentali per la creazione dell’offerta verso i clienti e per l’erogazione del servizio. Si tratta quindi di fornitori che gestiscono ed integrano le piattaforme di gioco, gestiscono l’integrazione verso Sogei o semplicemente forniscono software per poker, casinò o betting. Molti di questi player presentano caratteristiche diverse l’uno dall’altro, alcuni sono anche concessionari, altri invece sono mono-prodotto (ad esempio solo Poker).

In questo scenario si inserisce un nuovo player come Active Games nuova iniziativa di Carlo Gualandri, Fausto Gimondi, Carlo D’Acunto che nel 2006 avevano fondato Giocodigitale.

Active Games nasce come evoluzione del network Ongame Italia che gestiva prodotti come il Poker ed il Bingo di Bwin/Giocodigitale che avrà però un’offerta molto più ampia con prodotti di casinò e skill games. Active Games avrà quindi 2 caratteristiche importanti:

  • l’indipendenza, perché non appartiene a nessuno dei concessionari del network;
  • multi-prodotto, quindi non solo poker e bingo ma anche casinò e skill games.

Inoltre visto il DNA dei fondatori dell’azienda ci si aspetta una forte componente di innovatività nell’offerta di Active games.

Al momento Active games conta circa 20 concessionari alcuni dei quali facenti parte del gruppo dei nuovi licenziatari. A guidare Actives Games, un uomo di grande esperienza che già era stato a capo di Ongame Italia come Manuel Raffanini a cui auguriamo un buon lavoro.

casinoyes

CasinoYes online

4

Mentre si fa sempre più insistente la voce di un abbandono del progetto Postegioca da parte di Poste Italiane, un nuovo casinò entra nell’arena dei giochi italiani. Si tratta di CasinoYes, progetto online di Gmatica nato dopo l’accordo con Novomatic che ha portato in dote il brand Admiral.

Admiral infatti è il brand delle location di gioco di Novomatic che in Europa possiede anche diversi casino come tra cui Mendrisio.

CasinoYes rappresenta una iniziativa interessante da parte di 2 player che hanno una grande esperienza di gioco cosiddetto land based. L’idea di fondo del progetto sembra essere quella di dare continuità tra l’esperienza di gioco nelle sale e casinò con quella online. Non potrà quindi mancare nell’offerta di gioco il Live Casinò, già annunciato.

   Tra le altre novità annunciate merita rilievo il lancio di 21YES, il programma televisivo durante il quale i giocatori si sfideranno ad un torneo di blackjack in diretta. 21YES andrà in onda su SKY, PokerItalia24e sul canale 63 del DTT (Winga TV).

Non resta che augurare buon lavoro al team di CasinoYes.

Pin It
CasinoPlanet

Casino Planet – Review

2

Dopo Glaming un nuovo concessionario è da pochi giorni online: si tratta di Casino Planet, il brand di Neomobile Gaming un operatore storico del mercato Mobile VAS in Italia.

CasinoPlanet rappresenta anche una delle prime occasioni per il debutto in Italia di un fornitore leader di software per casinò: Microgaming, che si aggiunge quindi ad un gruppo di fornitori decisamente più folto rispetto agli attuali fornitori di software per il Poker online.

Com’era prevedibile CasinoPlanet ha un’offerta di gioco basata esclusivamente su Casinò ed i giochi disponibili al lancio sono:

  • Roulette
  • Video Poker
  • Blackjack

Nonostante il DNA mobile al momento CasinoPlanet utilizza solo il web (PC) come canale di raccolta ma, dato che è stato più volte annunciato, ci aspettiamo a breve il lancio dell’Apps di casinò su mobile.

Abbiamo quindi recensito anche CasinoPlanet così com’è stato fatto per altri concessionari italiani. Una prima caratteristica interessante emerge in fase di registrazione, si tratta della possibilità di utilizzare il proprio account Facebook per pre-compilare in automatico alcuni campi del form di registrazione per l’apertura del conto di gioco. Si tratta uno dei pochi utilizzi di Facebook diversi dal solito “Like” finora usato dai concessionari italiani.

Se analizziamo invece gli aspetti presi in esame per confrontare tra loro i vari casinò online italiani emerge quanto segue:

  • Grafica: il Casino è nella versione per browser che ha il vantaggio di consentire il gioco in più tavoli contemporaneamente. Le finestre di gioco sono però un pò piccole, il che sacrifica le dimensioni dei tavoli da gioco, delle fiches e dei pulsanti del gioco;
  • Palinsesto: al momento sia limitato a 3 giochi proposti però con delle varianti; 2 per la roulette, 6 per il VideoPoker e 9 per il Blackjack;
  • Bonus: tra i più alti disponibili al momento dato che il deposito viene raddoppiato fino a 300€;
  • Intuitività: le interfacce sono semplici ed essenziali, il che consente di untuire facilmente i meccaniasmi del gioco e le varie opzioni dei menù;
  • Banking: gli strumenti disponibili sono le carte di credito, postepay, bollettino postale e bonifico bancario.

Per provare la roulette online di Casinò Planet ed usufuirre del bonus è possibile iscriversi dal banner di seguito

betflag

BetFlag cerca beta tester

5

BetFlag, uno dei nuovi concessionari ad aver chiesto le licenza AAMS, si prepara alla partenza e le attese da parte del mondo di sportivi e giocatori sono elevate visto che i fondatori (Giuseppe Tarricone) ed il management (Giovanni Squassi) possono vantare un precedente di grande importanza in Italia: TotoSi, il primo concessionario ad aver fatto delle scommesse online un successo di mercato.

Non vogliamo anticipare troppe cose su BetFlag, possiamo dire che è uno dei pochi che presenterà dei chiari elementi di differenziazione rispetto all’attuale offerta di giochi, scommesse in particolare.

Per prepararsi al grande lancio BetFlag cerca dei beta tester, chi è interessato può lasciare i sui dati al seguente link, e sarà ricontattato dallo staff di BetFlag.

In bocca al lupo a BetFlag, in particolare a Giovanni e buon divertimento ai tester!

Glaming

Glaming online

0

Mondadori brucia tutti sul tempo precedendo i nuovi concessionari che avevano chiesto l’assegnazione delle nuove licenze per il gioco online. Il sito glaming.it è online, ecco in anteprima l’immagine del sito:

Tra i giochi già disponibili il Bingo ed il Poker (network Ongame) inoltre è interessante la sinergia che si intende creare con il gruppo Mondadori grazie alla possibilità di ricaricare la carta Glaming presso i circa 32 punti vendita Mondadori.

IMG_0871[1]

Betway e William Hill allo IAB

0

Mentre a l’attenzione degli addetti ai lavori del Gambling erano puntati all’Enada di Roma, si teneva a Milano lo IABForum (#iabforum), l’evento più importante dedicato al mercato digitale. IAB Forum è un momento per fare un bilancio sul mercato degli investimenti pubblicitari su internet ma anche per guardare al futuro ed ai trend emergenti dell’online.

Il 2011 sarà un anno positivo per l’advertising online con una crescita del 15% rispetto al 2010 ed arrivando a sfiorare la quota di 1,2 miliardi di euro. Tra le novità invece da segnalare alcuni temi che assumeranno sempre maggior importanza:

  • Social CRM, citato però troppo spesso a sproposito
  • gamification
  • monitoraggio delle conversazioni e del sentyment sul web

Ma per chi segue anche il mercato del Gambling una delle novità è stata anche la presenza di due player come Betway e William Hill.

La presenza di questi 2 player si giustifica in questa particolare fase di mercato in cui gli l’attenzione dei concessionari è tutta focalizzata sull’acquisizione degli utenti sia attraverso i programmi di affiliazione sia attraverso il contributo di media partner.

Si tratta quindi di un importante passaggio anche a livello di immagine per il gambling online, che così appare molto più assimilabile ad ogni altro settore del business online.

888

888 Casinò

0

Tra i primi a partire il 18 luglio con l’offerta di Casinò, sarà 888 che già è online con il sito italiano anche se non è ancora possibile giocare. Da quello che si intuisce vi sarà una focalizzazione sui giochi di casinò, compreso il live.

L’offerta sembra ampia e proposta sia in modalità online che tramite download di un software da installare sul PC.

Il fornitore del Casinò sarà per ovvie ragioni Dragonfish ma il Casino Live é Evolutiongaming.

I nuovi Player

0

Si allunga di giorno in giorno l’elenco dei nuovi concessionari aggiudicatari delle nuove licenze AAMS. Tra loro qualche player già attivo all’estero con sede a Malta o Gibiliterra e alcuni nomi di aziende italiane già attive in altri settori di business e che cercheranno di fare sinergia con il proprio Core Business. Ecco l’elenco dei player che aggiorneremo ogni volta che AAMS darà comunicazione:

1) POSTE MOBILE, l’MVNO di Poste Italiane che si è aggiudicato la prima delle 200 nuove licenze.

2) INTERWETTEN GAMING LTD, nome già noto al pubblico degli scommettitori

3) PERSONAL EXCHANGE INTERNATIONAL LIMITED, operatore con sede a Malta già attivo in altri paesi con il brand MyBet

4) GNUF LIMITED, già attivo nell’ambito dei Casinò online con i prodotti di Microgaming

5) NEXIGAMES LIMITED, che opererà con il brand Gioca Casino ed ha già annunciato che il provider dei giochi sarà Spiral Solution

6) LEISURE SPIN LIMITED, specializzata in Bingo e Casinò e parte del gruppo Gamesys, società inglese che opera anche come provider di software di gioco

7) GLAMING srl COSTITUENDA, uno dei soggetti più interessanti tra i nuovi; nato dalla Joint Venture tra Arnoldo Mondadori Editore e Fun Gaming.

L’elenco si allungherà nei prossimi giorni ma come già si può osservare il mercato italiano si sta arricchendo della presenza di player importanti e con esperienza acquisita su altri mercati. Altro elemento importante sarà il nuovo scenario dei software provider che finora ha visto in Italia come protagonisti sostanzialmente Playtech e Ongame ma che invece vedrà l’ingresso in Italia di altri provider importanti primo fra tutti Microgaming.

Postemobile al via il 18 luglio

1

Sembra che Postemobile sarà il primo dei nuovi 200 concessionari che prenderanno il via il 18 luglio. Questa modalità di partenza in base all’ordine di presentazione delle domande di concessione avvantaggerà sicuramente l’MVNO romano ma si tratterà solo di un breve vantaggio temporale. La vera sfida sarà quella di differenziarsi dagli altri concessionari grazie ad i servizi distintivi di mobile payment che Postemobile potrà offrire sul mercato. Inoltre sarà interessante comprendere come Postemobile sfrutterà la base di SIM già attive e quindi di clienti potenziali.

bwinparty logo

bwin.party

0

Nei giorni scorsi ha debuttato allo Stock Exchange di Londra bwin.party il nuovo soggetto nato dalla fusione tra Bwin e PartyGaming che con 3.100 addetti ed una presenza in Europa, India, Israele e Stati Uniti rappresenta uno dei player globali del gioco più importanti nel mondo.

bwin.party opererà sia nel mercato B2C che nel mercato B2B (con alcuni prodotti) sui seguenti settori:

  • betting, con in brand Bwin, PartyBets e Gamebookers
  • poker, con PartyPoker e Bwin
  • casinò, con PartyCasino e Bwin
  • bingo, con Giocodigitale, FoxyBingo e PartyBingo

Emergono quindi alcune sovrapposizioni ed è possibile prevedere che bwin.party cercherà di consolidare le diverse piattaforme di gioco secondo la logica del Best of breed dichiarata Jim Ryan, CEO di Partygaming.

Sul poker bwin.party prevede di conquistare almeno una quota di mercato tra il 10% ed il 20.

Certamente bwin.party avrà un ruolo di grande rilievo nel mercato italiano non solo per il poker ed il betting ma anche sui nuovi giochi di casinò, dato che su questo ambito potrà essere significativo il contributo di PartyGaming che nel 2010 ha realizzato il 42,4% del fatturato su questo segmento di gioco.

Interessante osservare anche come si ripartisce il fatturato dei casinò ed in particolare il ruolo delle slots che tutti gli operatori italiani sperano di poter lanciare entro l’anno.

bwin.party sfrutterà quindi il più possibile le possibili sinergie tra Bwin e Partygaming e tale operazione potrebbe essere anticipatrice di un processo di consolidamente degli operatori necessario in un mercato sempre più competitivo come quello attuale.Un processo simile a quanto accadrà in Italia nei prossimi anni in cui però saranno i piccoli concessionari che si uniranno per cercare di constrastare la forza dei grandi operatori che stanno arrivando dall’estero.

aams

Arrivano i 200

0

Dopo una lunga attesa è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (GU n. 56 del 9-3-2011 ) il decreto recante le norme di attuazione della Legge Comunitaria 2008 che prevede l’assegnazione di 200 nuove licenze per l’eserciziod el gioco online. Il decreto comprende una serie di allegatiAAMS con gli schemi di presentazione della domanda di concessione e la procedura di integrazione della concessione per gli operatori  che volessere allargare la propria offerta (es chia ha solo Bingo).

Le nuove licenze, quindi, di durata novennale saranno assegnate sia a nuovi soggetti comunitari che intendono operare in Italia con regolare concessione, sia soggetti già titolari di concessione.

L’interesse da parte del mercato è sopratutto per la prima tipologia di soggetti molti dei quali già conosciuti al pubblico dei giocatori, ma che hanno deciso di chiedere licenza anche per poter competere ad armi pari (senza ad esempio il blocco AAMS) con i BIG internazionali già operanti in Italia.

L’arco temporale utile per la presentazione della domanda di concessione va dal 9 marzo 2011 fino al 30 dicembre 2011.

Gli stipendi nel Gambling

0

In attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto AAMS che disciplina l’assegnazione delle nuove licenze, le Big companies provenienti dall’estero si stanno attrezzando per costituire o completare i loro organici. Le risorse umane rappresentano infatti un fattore determinante nel successo di gaming company e vanno considerate un investimento importante al pari della piattaforma di gioco e portali.
Altro aspetto fondamentale è rappresentato dal fatto che l’Italia è un mercato giovane in cui non è facile trovare risorse specializzate, per cui spesso si preferisce fare head hunting andando a reclutare le figure chiave presso i competitors e ciò ha causato una rapida ascesa degli stipendi che sono più alti di almeno il 30% rispetto alla media di altri settori.
Ma quali sono le figure più ricercate? Nella gran parte dei casi si tratta di specialisti di prodotto come sportsbook manager e poker room manager oppure, figura ancor più rara, casinò manager. Vi sono poi le figure più trasversali come acquisition manager, CRM manager e online o offline affiliate manager a seconda della strategia prescelta.
Professionalità quindi che rappresentano la lista dei profili fondamentali da ricercare presso gli HR manager dei nuovi entranti nel mercato italiano. Con l’aiuto del network di contatti che seguono GiocaiGiochi principalmente addetti ai lavori ed Head Hunter abbiamo fatto un benchmark per stabilire a quanto ammontano gli stipendi medi delle figure che abbiamo citato all’interno delle aziende di rilievo.
Il Poker Room Manager ad esempio ha uno Stipendio Annuo Lordo che oscilla tra i 70.000 euro ed i 100.000. In alcuni casi il RAL arriva anche a 120.000 euro. Lo sportsbook manager può avere RAL che oscilla tra i 60.000 euro ed gli 80.000 ma la gestione del rischio, cioè le quote, può significare raggiungere cifre superiori ai 100.000 euro. Una delle figure più rare e che le aziende dovranno individuare probabilmente all’estero è il casinò manager, il suo stipendio sembra destinato ad avere una base di partenza molto vicina ai 100.000 euro.
Tra le figure che invece lavorano a supporto degli specialisti di prodotto vi è l’online affiliate manager, generalmente questa figura ha uno stipendio annuo che si aggira tra i 40.000 euro ed il 60.000 euro al netto delle provvigioni sui clienti acquisiti. Altro profilo di rilievo sopratutto in questa fase di sviluppo del mercato in cui diventa importante poter segmentare e profilare i clienti è il CRM Manager che può avere un RAL tra i 50.000 euro e gli 80.000 euro.
Come si evidenzia si tratta quindi di stipendi di una certa importanza che le aziende di gioco devono essere pronte a pagare. Si tratta, come precisato prima, di cifre su cui possono influire diversi fattori come esperienza e azienda di provenienza, ma primo fra tutti è la scarsità.

Torna all'inizio
6sx