Mobile

Il mobile Gambling dei Telco

0

La notizia era nell’aria da tempo ma in questi giorni è stata confermata da alcune testate giornalistiche come Gioconews, sembra che Wind, Vodafone e Telecom Italia hanno richiesto ad AAMS una delle 200 nuove licenze che saranno assegnate in Italia. Se confermata, si tratta di un passo importante destinato a cambiare lo scenario del mercato del gioco pubblico in Italia ed in particolare del mobile Gambling. É chiaro che il mobile Gambling non è un derivata dei VAS ma sicuramente questi soggetti hanno molti vantaggi dalla loro parte:
– customer base
– canale diretto con i propri utenti
– piattaforme multicanali per il gioco
Vi sono peró molti altri aspetti da chiarire come il modello di business e le sinergie con altri aspetti come la disponibilità del credito telefonico. Da questo punto di vista vanno ricordati i passi verso il mobile payment fatti dai Telco che proprio qualche settimana da hanno annunciato il lancio di una piattaforma condivisa per l’acquisto di beni e servizi digitali.
Il mercato del gioco sembra quindi destinato a cambiare i Telco avranno comunque bisogno di competenze specialistiche e dovranno comunicare ed interagire con la propria clientela su questo nuovo ambito nella maniera più appropriata.

20110422-193232.jpg

Lottomatica su App Store

0

Lottomatica si ripete, dopo essere stata la prima a pubblicare una web Apps su Apple Store si riconferma la prima a pubblicare un’applicazione per le scommesse.
Le differenze rispetto alla web Apps sono sostanziali grazie ad una applicazione pensata per iPhone che consente sia l’effettuazione delle scommesse sia la fruizione di contenuti editoriali legati allo sport. Da notare anche l’area dedicata alle Live, la tipologia di scommessa che più si presta al canale mobile.
Lottomatica si conferma quindi come l’operatore first mover sul mobile Gambling in Italia, ma nel corso dell’anno altri sicuramente lo seguiranno.

20110422-193232.jpg

bwin mobile

Il mobile Betting in Italia 2011

0

Circa 14 mesi, fa in un post sul Mobile Betting avevamo esaminato i differenti approcci tecnologici che è possibile affrontare avevamo citato i servizi attivi da parte dei concessionari evidenziando anche una preferenza per l’utilizzo di m-site. I servizi allora individuati erano:

  • Better
  • BWIN
  • Sisal
  • SNAI
  • Atlantisbet

Abbiamo voluto verificare a distanza di tempo il grado di maturazione di questa tipologia di servizi dal momento che nel corso di questi mesi sono accadute alcune cose importanti:

  • la crescita nelle vendite di smartphones in Italia cresciuti di oltre l’80% nel 2010 rispetto al 2009;
  • l’affermazione e diffusione sul mercato italiano dell’iPhone che rappresenta ormai un target specifico di potenziali clienti da indirizzare;
  • l’affermazione degli Application Stores come modalità ottimale di distribuzione delle applicazioni;
  • la consapevolezza da parte di alcuni concessionari che il mobile può rappresentare un canale alternativo di raccolta;

Rispetto quindi a più di 1 anno fa le applicazioni dei principali concessionari esaminati sono le seguenti:

BWIN, l’m-site è lo stesso o almeno appare uguale, siamo però convinti che presto sarà perseguita anche la via Application Based

bwin mobile

SISAL, ha di recente rinnovato il proprio sito wap che consente di giocare anche le scommesse multiple. Da dire che il numero di palinsesto di ogni singolo evento, che appare nella schermata Eventi non ha un bell’impatto visivo.

SNAI, non ha cambiato approccio rispetto al 2009, ed è ancora basato su applicazione Java che occorre scaricare da www.snai.it/snaimobile. Da notare come nonostante ci sia una collaborazione con Tim questa si riduce a tariffe di navigazione agevolate sul sito WAP (concetto perlatro superato con le tariffe attuali), mentre per ora sul Tim Store non c’è traccia di SNAImobile. Per i possessori di iPhone invece c’è una sorpresa (in senso ironico) sull’App Store: SNAI Calcio applicazione sviluppata da WIPsrl in partnership con SNAI (powered by SNAI). Infatti nela sezione con le quote degli eventi sportivi sembra sia data la possibilità di scommettere …

in realtà se si sceglie uno degli eventi evidenziati si viene reindirizzati sulla pagina, anzi una porzione di pagina, di snai.it lo stesso visibile da PC! Questo spiega lo scetticismo di alcuni concessionari nei confronti del mobile

Betfair, utilizza un redirect da Betfair.it su un m-site che ha senz’altro il vantaggio dell’ampiezza del palinsesto anche se alcuni feed di dati non funzionano ancora correttamente (es. giorno e anno).


Lottomatica, si distingue invece dalle altre proposte sul mercato perchè è stata la prima ed unica web apps italiana per il betting presente sull’App Store di Apple sin dal 2010 già nella versione mBetter. Raggiungibile anche da browser consente di accedere a BingoClub, altra iniziativa su mobile che sta riscoutendo successo.

Abbiamo potuto rilevare quindi un numero di servizi ancota limitato anzi pressochè uguale a quanto osservato nel 2009, si notano però grandi progressi nel design delle applicazioni e servizi per le diverse tipologia di device, iPhone in particolare.

L’attenzione dei concessionari nei prossimi mesi sarà comunque concentrata su Poker cash e Casinò sopratutto dopo la pubblicazione da parte di BWIN della prima applicazione di Poker con denaro reale.

playstation phone

Playstation Phone per sfidare iPhone

0

Se finora la sviluppatori e operatori del gioco hanno pensato all’iPhone come la piattaforma mobile più adatta alla diffusione del mobile gaming in molti dovranno rivedere le proprie opinioni dopo l’annunciato lancio del nuovo PlaystationPhone con SO Android. Si tratterà di un device ibrido tra Smartphone e console portatile pensato quindi appositamente per i giochi tanto che Sony aprirà un’apposita sezione PSP Games nell’App Store Android market.

app store

Gambling App Store

0

Il successo e la diffusione del Mobile Gambling è legato a diversi fattori legati alle applicazioni, ai device, agli strumenti di pagamento ed infine alla loro distribuzione.

Infatti nonostante già diversi operatori del gioco inItalia ed all’estero abbiano già sviluppato delle applicazioni per cellulari, in questi giorni ha avuto una grande risonanza la notizia che BetFair ha lmesso a disposizione dei propri clienti (in UK ed Irlanda) un’applicazione per le scommesse sull’Apple App Store.

Ciò rappresenta una novità importante proprio perchè l’applicazione è resa disponibile agli utenti attraverso l’App Store, ciò ha diversi vantaggi per Betfair:

  • una customer base potenziale ampissima, molto più grande degli attuali utenti che ha online;
  • una vetrina promozionale di primo piano, in grado di dare una visibilità diversamente ottenibile con grandi budget pubblicitari;
  • la possibilità di assicurare, tramite l’App Store, una corretta delivery ed installazione dell’applicazione su tutti gli iPhone degli utenti che decideranno di scaricare l’applicazione;
  • la possibilità di aggiornare l’applicazione periodicamente tramite l’App Store;
  • un maggior controllo sugli utenti che accedono all’applicazione;
  • ed inoltre il fatto di relazionarsi con una clientela che disponde già di uno strumento di pagamento online.

Ma cosa è un App Store? Una definizione onnicomprensiva potrebbe essere la seguente: un catalogo online che distribuisce applicazioni e contenuti per mobile phone o device specilizzati (Console, eReader, …) accessibile prioritariamente dal device o in aggiunta tramite web. Abbiamo fatto opportunamente  riferimento ad altri tipi di device dato che ad esempio la diffusione degli eBook favorià la nascita di numerosi store da cui si potranno comprare contenuti ed applicazioni, infatti di recente è stato aperto da Apple l’iPad Store che, proprio come accade per lo Store iPhone, si prepara ad accogliere applicazioni dedicate al Poker, come già accennato in questo post su Assopoker.

Gli App Store si possono classificare in 4 categorie a seconda del soggetto che ne lo realizza:


  • Produttori di Device che vedono quindi il terminale mobile, il PC, la connected TV o il Tablet come punto di accesso ad una serie di contenuti ed applicazioni. Il grande vantaggio di questa tipologia di App Store (es. oltre a Apple, Ovi di Noki, Samsung per la TV ed il cellulare, …) è di essere già pre-installato o accessibile dal device;
  • Piattaforme OS: si tratta di comunità di sviluppatori che generalmente fanno capo ai vendor di sistemi operativi per telefoni cellulari come Microsoft o Google Android (es. Google Android Market e Windows Mobile Marketplace);
  • Operatori di Telecomunicazioni: fanno riferimento agli operatori di telecomunicazioni (es. Vodafone 360, AppCentral di ATT, …) che solitamente indirizzando le diverse piattaforme mobili (es. Symbian, Blackberry, Windows Mobile, …)
  • Aggregatori Indipendenti: sono Content Store indipendenti che aggregano applicazioni e contenuti di terze parti per tutte le piattaforme, mobili e non, disponibili e per tutti gli operatori mobili presenti sul mercato. Generalmente i contenuti sono distribuiti gratuitamente (GetJar e l’italiana Mobango).

Naturalmente utilizzare gli App Store per distribuire Applicazioni di Gambling per cellulare, per iPhone, per iPad o PSP comporterà che le 4 tipologie di soggetti sopra descritti inizino a modificare le loro policy finora limitative nei confronti del Gambling. Apple pare quindi stia già iniziando a farlo con il vantaggio di proporre anche una piattaforma di gioco unica come l’iPhone e l’iPad, si aspetta la risposta degli Operatori TLC che finora hanno corteggiato il mondo del Gambling senza però nessuna concreta iniziativa. Quando si decideranno avranno a disposizione un grande vantaggio: quello di poter essere Gateway di pagamento nelle transazioni, ma questo aspetto richiede un approfondimentio successivo.

Anche gli App Store Indipendenti potrebbero iniziare ad avere un ruolo nella diffusione delle Mobile Gambling Application simile a quello svolto attualmente dai programmi di affiliazione. Infatti come stanno già nascendo App Store Verticali dedicati ad esempio all Adult come Mikandi così è probabile che accada per il Gambling.

Si tratta quindi di uno scenario complesso che sta cambiando e che dimostra come se si vuole uscire dall’ambito del web occorre ripensare la tradizionale filiera del gioco ed i relativi modelli di business.

steve_seablue

Mobile Gambling in Italy and UK

0

In questi giorni mi è capitato di parlare spesso di Mobile Gambling, visto ormai come il più promettente dei servizi a valore aggiunto su cellulare sia dagli operatori di rete mobile sia dai Mobile Service Content Provider, che devono trovare una valida alternativa ai servizi di personalizzazione in un mercato, come quello italiano, che ha subito un consistente ridimensionamento.

Come abbiamo già avuto modo di affrontare in altri post ( Winga - Telco&BettingMobile Betting ) le attese al momento sono elevate ma è lecito chiedersi quale sarà il successo di un’offerta di Betting e Skill Games su mobile. E’ comunque difficile ipotizzare che il Poker nella modalità a torneo replicherà sul mobile anche il successo sul web, sembrano invece più adatti giochi come Betting, Casinò e Gratta e Vinci. Ricopre un ruolo importante anche il tema della piattaforma visto che al momento in Italia circa il 75% del traffico dati da mobile proviene da utenti che usano iPhone. Altro aspetto strategico per il successo dei giochi su mobile è quello della modalità di acquisizione degli utenti, ciò sarà l’elemento di distinzione tra 2 tipologie di clienti:

  • clienti acquisiti ed attivi sul web a cui si mette a dispiosizione anche la possibilità di giocare su mobile. Significa quindi che utilizzano il mobile come canale aggiuntivo destinando probabilmente una quota marginale del proprio tempo e del proprio “budget di gioco”;
  • clienti acquisiti su mobile ed attivi prevalentemente su quel canale. Si tratta di utenti che preferiscono giocare da cellulare e quindi rappresentano un target nuovo.

Naturalmente la necessità di dover compilare il contratto con il concessionario e dover spedire il documento rappresenta un ostacolo ad una strategia di acquisizione prevalentemente su mobile.

Ciò premesso per capire cosa succederà in Italia nei prossimi anni e scoprire se il 2010 sarà l’anno del Mobile Gambling, può essere utile osservare cosa accade all’estero nei mercati più maturi dell’Italia ed in cui hanno già esperienza su questa tematica. Ho chiesto quindi a Steve Clark, consulente esperto di Mobile Gambling di Clark Associates, di raccontarci cosa succede in UK. Riporto qui di seguito il suo intervento, Grazie Steve.

steve_seablue

The state of play in the UK is quite interesting at the moment.  In a conference in 2008 Charles Cohen, CEO of Probability plc said that up until now people had been calling every year the “year of mobile gambling” and had been wrong; however now (2008) was “really the year of mobile gambling” – so what has happened since then….?

The UK Gambling Commission’s survey on remote gambling participation (Sept 2009) shows that 9% of respondents remote gambled using PC, Laptop or PDA whilst 2.9% participated on a mobile phone.  This suggests that the mobile market should be a third the size of the PC market, but all the evidence suggest that this isn’t the case.

Anecdotal evidence suggests that sports book and events based betting is faring far better than graphical games with in-running betting doing particularly well.  This is no-doubt because the former kind of usage is far better suited to mobile devices both because the interface is less graphically demanding and many people may be gambling from the events venues themselves, so the mobile device is a distinct advantage.

For companies building Poker, Casino, Bingo and other games there are many challenges to be dealt with, not least the plethora of different phone types.  A couple of years ago most companies plumped for developing J2ME products to get the maximum coverage, however since then the market for smart phones has exploded and very few developers have kept up.  The market is still further complicated where for example licensing restrictions such as with the iPhone mean that you cannot develop real money applications and sell through the App Store.  The approach taken by some is to develop a free play for fun app and use it to cross promote a web based service accessible via Safari.

For many gambling companies it can cost far more to maintain a mobile service than a web service, and for lower return; also many services have been bolted on using different interfaces and needing a separate login and wallet.

Probability plc is one of the few measurable yardsticks as being an AIM listed company they must publish their result regularly and are audited.  The early growth of the last couple of years seems to be slowing now and in the last quarter the results published show a dip in Net Gaming Revenue and new player registrations.

In my view the jury is out – 2008 may have been a good growth year for Probability, but I think it is going to be a year or so before the state of the handset market settles down and a clearer view of target devices appears, the impact of new niche devices such as the iPad can be assessed and those who may have had their fingers burnt the first time around are prepared to give it another try.


Mobile Payments for gaming

3

[print_link]

Uno degli aspetti fondamentali che i concessionari si ritroveranno a risolvere man mano che cercheranno di sviluppare il mobile betting, ma non solo, è rappresentato dalla possibilità di disporre di forme di pagamento che consentano di ricaricare e gestire il conto di gioco ovunque utilizzando il telefono cellulare.

La soluzione è rappresentata dai mobile payments, cioè dalla possibilità di inizializzare una catena di pagamenti da telefono cellulare. I vantaggi derivanti dall’utilizzo dei Mobile Payments per i concessionari sono quindi legati non solo alla possibilità di introdurre nuove modalità di gioco ma anche dalla possibilità di beneficiare della riduzione dei costi di ricarica dei conti di gioco, dei costi di gestione del contante e dalla possibilità di indirizzare nuovi target di utenti.

In Italia i servizi di mobile payments hanno una diffusione limitata, ma l’interesse dei grandi player del mondo finanziario e degli operatori di Telecomunicazione è elevato. Finora i principali soggetti presenti su questo mercato sono:

  • Postemobile, l’MVNO lanciato da Poste Italiane;
  • Noverca, MVNO nato dall’alleanza tra Acotel e Intesa San Paolo;
  • Movincom, un consorzio che aggrega una serie esercenti interessati ad attivare servizi di mobile payments;
  • OneBip, società italiana che ha realizzato un sistema di pagamento tramite cellulare per l’acquisto di beni e servizi in vendita online.

Nel 2010 si attende il lancio delle applicazioni di Mobile Payments da parte di Telecom Italia e PayPal, già attivo all’estero, ma è facile prevedere che le novità saranno tante.

I prodotti e servizi che ad oggi è possibile acquistare tramite mobile payments sono:

  • contenuti multimediali quali loghi, suonerie, musica, download di giochi, abbonamenti a riviste/news online, accesso a siti, etc..;
  • Acquisto di servizi di entertainment come ticket per concerti, mostre e cinema, oppure contenuti video premium;
  • Mobile ticketing per trasporto pubblico e privato;
  • Mobile parking, ovvero l’utilizzo del cellulare per gestire transazioni relative a servizi di parcheggio in aree dedicate.

Presto a questi servizi si affiancherà il betting ed i mobile skill games con servizi che daranno la possibilità di effettuare  ricarica del conto di gioco (da utilizzare per scommesse e giochi) e di giocare direttamente dal cellulare (es. gratta e vinci, scommessa live). Lo scenario di utilizzo cambiare naturalmente a seconda della modalità di svolgimento del gioco cioè attraverso m-site o applicazione Java (SMS based). Il trasferimento dei fondi sul conto di gioco avverrà attingendo a diverse fonti di prelievo: conto corrente, carta di credito oppure borsellino elettronico convenzionato con il concessionario di gioco associato ad una carta di credito. Stiamo escludendo al momento la possibilità di utilizzare la disponibilità presente nel conto telefonico, dato che questo dipende esclusivamente dalla volontà degli operatori TLC che non sembrano intenzionati a cedere un credito spendibile in servizi, voce e dati, che assicurano comunque un margine superiore a quanto riuscirebbero ad ottenere destinando qugli stessi fondi a giochi e scommesse.

All’estero i provider di servizi di Mobile Payments hanno già tra i propri merchants provider di casinò, poker e betting online. Tra gli esempi più importanti da citare:

  • Paybox, società austriaca, pioniere nei pagamenti mobili che ha tra i suoi merchant oltre 15 siti di casinò e scommesse;
  • Mobipay, joint venture formata dai principali operatori di telefonia mobile spagnoli che consente di partecipare a diverse lotterie tramite cellulare;
  • Ukash, che tra i suoi partner ha diversi mobile casinò;
  • Payforit, utilizzato dagli utenti Vodafone in UK per ilmobile casinò Spin3.

Occorrerà osservare nei prossimi mesi come si muoveranno i ledear di questo mercato primo fra tutti Obopay che lancerà con Nokia il servizio di Mobile Payments Nokia Money, applicazione di pagamento che sarà embedded nei cellulari Nokia.

iPhone better

Lottomatica su iPhone

0

Un importante elemento di successo di una qualunque applicazione di Mobile Betting o Mobile Skill Games è rappresentato dal livello di customer experience che si riesce a garantire all’utente.

La piattaforma iPhone possiede senza dubbio questa caratteristica e su di essa si concentra l’attenzione degli addetti ai lavori, anche perchè l’utente che tipicamente utilizza l’iPhone ha una maggiore propensione all’utilizzo di una serie di servizi di mobile internet ed inoltre ha una maggiore disponibilità ad acquistare applicazioni e contenuti.

Le società del settore giochi e scommesse all’estero hanno quindi cominciato a sviluppare applicazioni o m-site appositamente per iPhone allo scopo di sfruttare al massimo il successo che questo smartphone sta avendo in tutto il mondo.

In Italia al momento l’ iPhone è uno degli smartphones piùvenduti, 3italia ha dichiarato di venderne circa 20.000 al giorno. Complessivamente dall’inizio dell’anno sono stati venduti da tutti gli operatori più di 1,5 milioni di iPhone, anche se i terminali attivi (che sono stati collegati ad internet) dovrebbero esseremeno di 1 milione.

Anche i concessionari italiani stanno cominciando ad interessarsi a questo tipo di piattaforma. Come abbiamo già avuto modo di osservare sono pochi i soggetti che già hanno servizi attivi su mobile, ma tra essi abbiamo notato che Lottomatica ha una versione dell’m-site per iPhone. Il design sembra ottimo e studiato appositamente per il touchscreen decisamente tra i migliori siti di scommesse per cellulari presenti in Italia, anche se è monocromatico .

iPhone better

Vedremo nei prossimi mesi come si muoveranno gli altri concessionari su questo fronte.

Mobile Gaming Providers

1

Nell’ultimo post sul Mobile Betting abbiamo accennato ai diversi approcci tecnlogici che possono essere utilizzati dai concessionari per abilitare i giochi su mobile (sia betting che skill games).

Vogliamo approfondire questo aspetto e passare a rassegna i principali fornitori di questo tipo di soluzioni sia in Italia che all’estero.

La scelta del fornitore è naturalmente condizionata dal tipo di soluzione da adottare, un’applicazione client da installare su cellulare richiede il rispetto di una serie di requisiti tecnici, tipicamente richiesti da Sogei, che presuppongono delle competenze solitamente in possesso di chi realizza soluzioni specializzate per il gioco.

In Italia al momento visto il numero esiguo di casi realizzati, sono poche le società specializzate in questo tipo di soluzioni ed i concessionari italiani hanno fatto ricorso sia fornitori italiani che stranieri.

Uno dei fornitori italiani tra i primi a proporre sul mercato una piattaforma di gioco mobile con accesso WAP è stata Il Village, che aveva condotto dei trial con alcuni concessionari italiani ed ha realizzato sia l’m-site che il Gratta & Vinci su cellulare per Sisal. Tra i grandi System Integrator italiani vi è Reply che ha realizzato nel 2008 l’m-site di Lottomatica.

Una giovane ed interessante realtà di cui sentiremo parlare in futuro è Phinet, che realizza anche applicazioni per il mobile betting da installare sul cellulare.

Guardando ai fornitori stranieri uno dei principali player è la svedese Mobenga che ha diversi clienti nel settore del betting nel mondo. Recentemente ha realizzato per Unibet la piattaforma su iPhone, mentre in Italia è tra i fornitori di AtlantisBet per la soluzione sul portale mobile di H3G e di BWIN (una delle milgiori piattaforme attualmente disponibili in Italia). Ha inoltre concluso un accordo con Orbis per fornire la componente mobile all’interno della piattaforma di gioco Openbet e completare così con mkodo (specialista nell’SMS Betting) l’offerta di servizi di tipo mobile.

Mancano però ancora all’appello in Italia alcune tra le società più importanti nel mondo in questo tipo di soluzioni con numerosi clienti nei principali mercati esteri, che però solo ora si stanno affacciando nel mercato italiano ed infatti sono diverse le trattative in corso con alcuni concessionari italiani. Non è escluso che questi soggetti riusciranno a rimpiazzare quelle piccole società, che pur essendo specializzate, realizzano però soluzioni verticali e stand alone.

Tra i leaders di mercato delle soluzioni di mobile gaming vogliamo evidenziare:

  • Mfuse, specializzato sopratutto nella realizzazione di m-site e vincitrice, quest’anno, del premio Gold Future Mobile assegnato da Juniper. Conta clienti di rilevanza internazionale tra cui spiccano William Hill, Bet365, Ladbrokes e molti altri;
  • Spin³, del gruppo Micogaming, specializzato in applicazioni Java e m-site do giochi di casinò e video poker. Ha realizzato anche specifiche versioni per iPhone e Android. Tra i principali clienti il noto mobile casinò Zero36, e molti altri come 777mobile e 32Red;
  • Openlot,che sopratutto in Asia ha diversi clienti nell’ambito dei mobile casino ed lotteria via SMS;
  • Playtech, che all’interno dell’ampia offerta di piattaforma ha anche il modulo mobile.

Infine danon dimenticare Cecure Network, di recente acquisita da Pokerstars per portare il Poker su dispositivi mobili.

Occorrerà attendere nei prossimi mesi per conoscere le aziende che meglio riusciranno ad affermarsi in Italia e come i concessionari intenderanno attuare le loro strategie sul canale mobile.

Mobile Betting in Italia

0

Tra i giochi che più si prestano all’utilizzo del canale mobile, il betting è sicuramente quello che è destinato ad avere maggior successo nel breve termine. Le ragioni di tale posizionamento vanno ricercate soprattutto nella possibilità di semplificare il meccanismo di giocata e di renderlo disponibile su diverse piattaforme di cellulari mobili. Altri giochi come il Poker ed altri Skill Games richiedono invece un livello di usabilità che solo una limitata fascia di cellulari riesce a garantire, tipicamente gli SmartPhones, l’iPhone in particolare.

Inoltre il mobile betting si presta ad essere utilizzato in condizioni di mobilità dando la possibilità di effettuare la scommessa d’impulso, indotta o tramite un mobile advertising mirato o consentita durante gli eventi sportivi nella modalità Live.

Gli approcci tecnologici possibili da parte dei concessionari del betting sono molteplici:

  • Mobile Application, tramite un’applicazione J2ME da scaricare ed installare sul cellulare. Occorre però garantire la compatibilità con i modelli di cellulare più diffusi;
  • m-site, con un sito WAP in cui si ripropone in tutto o in parte il palinsesto delle scommesse sul sito internet. In questo caso però è necessario che l’utente sia sempre sotto copertura rete dati (necessariamente 3G) adeguata;
  • SMS, tramite meccanismi di tipo pull o push. In questo caso il palinsesto delle scommesse è necessariamente limitato (si esclude ad esempio la giocata multipla) ma il servizio è di tipo cross, veicolabile cioè su tutti i cellulari.

Abbiamo escluso da questa classificazione un ultimo modello, che sicuramente è il più attraente per il concessionario ma è anche più costoso e necessita di una strategia di lungo periodo con una focalizzazione che i concessionari italiani ancora non hanno: stiamo parlando della possibilità di avere l’applicativo di gioco già embedded nel cellulare o nel menù della SIM. Questo però è un approccio che richiede una forte alleanza con gli operatori TLC o che richiede la creazione di un operatore mobile virtuale (MVNO) che abbia come Servizio a Valore Aggiunto (VAS) distintivo il betting.

Ma come stanno affrontando questo tema i concessionari italiani? Al momento sembra prevalere l’approccio basato su sito WAP, tra i concessionari che hanno lanciato il servizio figurano:

  • AtlantisBet, che consente sia la registrazione di nuovi utenti sia il download di giochi Gratta & Vinci;
  • Better che, oltre al Gratta & Vinci mobile, offre anche la possibilità di leggere news e controllare i movimenti del conto di gioco;
  • BWIN, con un m-site che consente di effettuare scommesse multiple e live;
  • SISAL, unica ad avere dei costi di navigazione sull’m-site (gratis o con un’unica tariffa per ogni singolo accesso)  concordati con i singoli operatori di rete mobile italiani;
  • SNAI, che prevede però l’installazione di un’applicazione su cellulare.

Siamo chiaramente in una fase iniziale di lancio di questo tipo di servizi ed è lecito attendersi a breve nuove funzionalità e nuovi client per i cellulari. Occorre però chiarire che i volumi generati da questo tipo di canale sono ancora limitati e che al momento rappresenta sostanzialmente un complemento rispetto al web. Potremmo parlare di maturità del mercato del mobile betting non solo quando ci saranno volumi sostanziosi, ma anche quando ci sarà anche la capacità di acquisre clienti esclusivamente sul canale mobile.

Il successo del Mobile Betting è comunque legato ad un altro tema di grade interesse ed attualità: il Mobile Payments, perchè per poter giocare in mobilità con volumi paragonabili a quelli del web richiede anche che sia data la possibilità di ricaricare il conto di gioco e pagare in mobilità. Questo però è un tema che torneremo ad approfondire su questo blog. Nei prossimi mesi ci attendono comunque novità interessanti sia sul fronte dei pagamenti che dell’offerta di giochi su mobile

Torna all'inizio
6sx