Con il 2013 alle porte e l’ingresso del 2014, una domanda che tutti tendiamo a farci riguarda quali saranno i trend che il nuovo anno porterà con se. Per il gambling online, novità in questo senso vanno probabilmente cercate nelle future mosse di operatori e concessionari del settore, o nell’utilizzo di nuove tecnologie all’interno del gioco online. Per queste motivazioni, GiocaiGiochi vuole inaugurare l’anno nuovo dando il suo personale punto di vista sulla questione, indicando quali secondo noi e perché saranno i trend da tenere d’occhio per il 2014!

Bitcoins

Ovvero, moneta virtuale! Va da se che tutto ciò che orbita attorno agli acquisiti venga in qualche modo, prima o poi, ad intrecciarsi col gambling, ed una moneta virtuale come può esimersi dal convolare a nozze con la versione digitale del gambling? E difatti non accade! Già esistono ormai numerosi siti che permettono l’utilizzo di Bitcoins per il gioco online, seppur questo servizio sia conosciuto poco e non particolarmente diffuso, soprattutto in Italia. Nata nel 2009, la particolare valuta ha l’interessante caratteristica di bypassare gli intermediari bancari e di avvalersi perciò di costi di transazione talmente bassi da renderla utilizzabile anche per gli scambi via cellulare. Non solo, non avendo una banca centrale che ne determini il valore, questo viene stimato tramite un complesso algoritmo che si basa sul numero di nodi peer-to-peer presenti nella rete Bitcoins (ogni nuovo utente diviene difatto un nuovo nodo e porta alla crescita del valore della valuta!). Nel mondo sono inoltre cominciate le installazioni di POS fisici per il prelievo ed il pagamento in Bitcoins, e numerosi siti permettono l’acquisito di ogni bene (caso eclatante è l’università di Cipro che permetterà il pagamento delle tasse con la moneta virtuale!). Sarà pertanto il 2014 l’anno dei Bitcoins anche per il Gambling online?

Cina, sempre Cina e ancora Cina

Uno dei trend che sicuramente si è sempre più ritagliato la sua buona quota di attenzione negli ultimi anni riguarda la forza con cui tutto ciò che orbita attorno alla Cina, prima o poi, arriva a condizionare le diverse economie, e in questo caso l’Italia non ne è certo esente. Molti operatori del settore, soprattutto quelli considerati più innovativi (vedi Zynga), stanno guardando con attenzione a questo nuovo e interessante mercato, reduci a volte da esperienze non del tutto positive mostrate in chiusura del 2013. Se consideriamo inoltre che a Macau (Regione ad amministrazione speciale cinese) risiede quella che viene considerata la più grande installazione di casinò del mondo, forse l’ipotesi non è poi così azzardata. Il mercato del gambling online cinese, lo ricordiamo, è stato stimato a fine 2013 in circa 12 miliardi di dollari e, con un totale del mercato mondiale considerato secondo Betable attestarsi sui 32 miliardi, la Cina ricopre sicuramente un peso importante in questo scenario. Con un’America reticente che apre con il contagocce la possibilità d’ingresso a queste modalità di fruizione dei giochi (solo lo Stato del Nevada, Delaway e New Jersey permettono il gambling online, grazie ai Casinò degli indiani d’America che, per statuto, vengono considerati Stati sovrani), sarà ancora una volta la Cina a sfruttare questa possibilità?

User Experience? Si grazie!

Con un mondo ricolmo ormai di applicazioni, la richiesta si sta decisamente spostando su livelli qualitativi più alti in ogni campo, e così sarà presto anche nel gambling online. Questo si traduce in nuovi paradigmi di sviluppo delle applicazioni che si sposteranno sempre più verso la diffusione dell’Experience Driven Design ed un approccio più simile al DevOps. Lo sviluppo “mobile first” tenderà a cedere il passo ad approcci multicanale “experience first”, ovvero fruibilità a 360° gradi interscambiale tra pc, tablet, cellulari, console, smarTV, wearables e qualsiasi altro dispositivo lo permetta. Certamente in questo campo gli operatori del gambling non sono all’avanguardia, dove anzi per molti il principale e unico traguardo risiede nel realizzare un app (che sia questa poco o molto ergonomica, ha poca valenza). Una nuova sfida quindi, da affrontare con attenzione e non sottovalutare

Go Mobile, in tutte le sue forme!

Non lo consideriamo un vero e proprio trend, ma sicuramente sarà un forte punto d’attenzione soprattutto grazie al giocarsi dei mondiali di calcio del 2014! Quando si parla di scommesse sportive, e soprattutto di scommesse sportive worldwide come questa, sbilanciarsi e azzardare qualche numero risulta sicuramente complesso ed è un compito che affidiamo volentieri ai cartomanti. Tuttavia possiamo dire che, con altrettanta sicurezza, in questo caso la parola d’ordine sarà mobile, mobile e ancora mobile! La possibilità di poter scommettere in qualsiasi momento e in assoluta comodità attraverso i diversi dispositivi mobili (da padrone la continueranno a fare i cellulari chiaramente) permetterà agli operatori di dare una forte spinta ai propri incassi, soprattutto se sapranno “giocarsi” bene questa scommessa! Nei mondiali non solo vi sarà la possibilità per i nuovi di affacciarsi sulla scena se sapranno giocar bene le proprie carte, ma permetterà a quelli già affermati di lanciare iniziative che, se ben gestite, porteranno all’aumento del proprio parco clienti e alla possibilità di risollevare i risultati di chiusura 2013 oltreché scalare la vetta dei migliori del settore. Un grande evento e di sicuro una grande possibilità, che non può comunque esimersi da un’adeguata preparazione tecnica per affrontarla!


Questi sono, a nostro avviso, i trend da tenere maggiormente sotto controllo per il nuovo anno. Alcuni non sono del tutto nuovi, benché siano stati pressoché sottostimati o ignorati, soprattutto dagli operatori nostrani. A ragione o torto, tireremo le stime di quanto detto tra 12 mesi.

Per eventuali interessi sull’approfondire i temi trattati nell’articolo, non esitate a contattarci.