Si parla tanto di casinò online ma non bisogna dimenticare il grande mercato rappresentato dai casinò veri e propri che rappresentano un business su cui si continua ancora ad investire. Si parla infatti di gambling city come nuove realtà in grado di portare incassi da capogiro. Euro Vegas, la cui inaugurazione avverrà proprio alla fine del 2012, sarà la prima cittadella dell’azzardo di stampo europeo. Niente eccessi stile Las Vegas o Macao, ma anche Euro Vegas non scherza! Una volta ultimato il progetto saranno presenti 5 casino, un immenso resort circondato da negozi, un centro commerciale, una discoteca più altri luoghi del divertimento.

l’obiettivo è quindi di fornire intrattenimento a 360° in grado di coinvolgere l’intera famiglia tanto da far diventare Euro Vegas un luogo di vacanza per tutta la famiglia. La carta vincente dei casinò terrestri, se vogliono difendersi dalla concorrenza di casinò online e poker room, è proprio quella di moltiplicare la proposta, espanderla ad altre forme di divertimento. Non solo gambling dunque, ma costruire una vera e propria cittadella dello svago.

Ma dove sorgerà Euro Vegas? In Ungheria, in un posto assai appetibile tra Vienna, Bratislava e Budapest, nel cuore della Mitteleuropa. Un luogo ben servito da aerei, treni e raggiungibile in automobile grazie ad un’uscita dell’autostrada costruita ad hoc. Per gli italiani basterà un’ora di volo per un pellegrinaggio alla mecca dell’azzardo.

Euro Vegas sarà gestita da Hard Rock Cafè, una società che ha già accumulato esperienza nella gestione dei casinò nella capitale del Nevada, e sarà provvista di circa 3.000 slot e centinaia di tavoli verdi per i giochi con il croupier.

Il progetto ricorda anche un tema che viene riproposto recentemente anche in Italia e cioè del connubio tra turismo e gioco su cui si vuole puntare anche in Italia, sicuramente iniziative così in grande come Euro Vegas saranno un eccellente caso da prendere come esempio.