Il successo e la diffusione del Mobile Gambling è legato a diversi fattori legati alle applicazioni, ai device, agli strumenti di pagamento ed infine alla loro distribuzione.

Infatti nonostante già diversi operatori del gioco inItalia ed all’estero abbiano già sviluppato delle applicazioni per cellulari, in questi giorni ha avuto una grande risonanza la notizia che BetFair ha lmesso a disposizione dei propri clienti (in UK ed Irlanda) un’applicazione per le scommesse sull’Apple App Store.

Ciò rappresenta una novità importante proprio perchè l’applicazione è resa disponibile agli utenti attraverso l’App Store, ciò ha diversi vantaggi per Betfair:

  • una customer base potenziale ampissima, molto più grande degli attuali utenti che ha online;
  • una vetrina promozionale di primo piano, in grado di dare una visibilità diversamente ottenibile con grandi budget pubblicitari;
  • la possibilità di assicurare, tramite l’App Store, una corretta delivery ed installazione dell’applicazione su tutti gli iPhone degli utenti che decideranno di scaricare l’applicazione;
  • la possibilità di aggiornare l’applicazione periodicamente tramite l’App Store;
  • un maggior controllo sugli utenti che accedono all’applicazione;
  • ed inoltre il fatto di relazionarsi con una clientela che disponde già di uno strumento di pagamento online.

Ma cosa è un App Store? Una definizione onnicomprensiva potrebbe essere la seguente: un catalogo online che distribuisce applicazioni e contenuti per mobile phone o device specilizzati (Console, eReader, …) accessibile prioritariamente dal device o in aggiunta tramite web. Abbiamo fatto opportunamente  riferimento ad altri tipi di device dato che ad esempio la diffusione degli eBook favorià la nascita di numerosi store da cui si potranno comprare contenuti ed applicazioni, infatti di recente è stato aperto da Apple l’iPad Store che, proprio come accade per lo Store iPhone, si prepara ad accogliere applicazioni dedicate al Poker, come già accennato in questo post su Assopoker.

Gli App Store si possono classificare in 4 categorie a seconda del soggetto che ne lo realizza:


  • Produttori di Device che vedono quindi il terminale mobile, il PC, la connected TV o il Tablet come punto di accesso ad una serie di contenuti ed applicazioni. Il grande vantaggio di questa tipologia di App Store (es. oltre a Apple, Ovi di Noki, Samsung per la TV ed il cellulare, …) è di essere già pre-installato o accessibile dal device;
  • Piattaforme OS: si tratta di comunità di sviluppatori che generalmente fanno capo ai vendor di sistemi operativi per telefoni cellulari come Microsoft o Google Android (es. Google Android Market e Windows Mobile Marketplace);
  • Operatori di Telecomunicazioni: fanno riferimento agli operatori di telecomunicazioni (es. Vodafone 360, AppCentral di ATT, …) che solitamente indirizzando le diverse piattaforme mobili (es. Symbian, Blackberry, Windows Mobile, …)
  • Aggregatori Indipendenti: sono Content Store indipendenti che aggregano applicazioni e contenuti di terze parti per tutte le piattaforme, mobili e non, disponibili e per tutti gli operatori mobili presenti sul mercato. Generalmente i contenuti sono distribuiti gratuitamente (GetJar e l’italiana Mobango).

Naturalmente utilizzare gli App Store per distribuire Applicazioni di Gambling per cellulare, per iPhone, per iPad o PSP comporterà che le 4 tipologie di soggetti sopra descritti inizino a modificare le loro policy finora limitative nei confronti del Gambling. Apple pare quindi stia già iniziando a farlo con il vantaggio di proporre anche una piattaforma di gioco unica come l’iPhone e l’iPad, si aspetta la risposta degli Operatori TLC che finora hanno corteggiato il mondo del Gambling senza però nessuna concreta iniziativa. Quando si decideranno avranno a disposizione un grande vantaggio: quello di poter essere Gateway di pagamento nelle transazioni, ma questo aspetto richiede un approfondimentio successivo.

Anche gli App Store Indipendenti potrebbero iniziare ad avere un ruolo nella diffusione delle Mobile Gambling Application simile a quello svolto attualmente dai programmi di affiliazione. Infatti come stanno già nascendo App Store Verticali dedicati ad esempio all Adult come Mikandi così è probabile che accada per il Gambling.

Si tratta quindi di uno scenario complesso che sta cambiando e che dimostra come se si vuole uscire dall’ambito del web occorre ripensare la tradizionale filiera del gioco ed i relativi modelli di business.