Con la crescita della competizione gli operatori del gioco online fanno di tutto per ottimizzare le loro campagne di acquisizione clienti dato che gli sforzi per acquisire nuovi utenti attivi aumentano sempre più.

Ma quanto viene fatto per trattenere il cliente? Solitamente si offrono bonus o si cerca di invitare l’utente non più attivo a giocare ma ai clienti interessa solo questo?

Per rispondere a questo tipo di interrogativi GiocaiGiochi ha organizzato, per un concessionario italiano,  un Focus Group di utenti online, primo di una serie che partiranno nelle prossime settimane, per cercare di comprendere quali sono le motivazioni reali che spingono un utente a giocare su una Poker Room piuttosto che un’altra e quali sono le ragioni per cui si decde di non giocare più o addirittura di chiudere il conto.

Vogliamo proporre una sintesi delle diverse ragioni, oltre al rake ed ai bonus,  che sono state evidenziate sottolineando 5 argomenti chiave di rilevanza cruciale per cercare di non perdere un cliente (non sono in ordine di priorità):

  1. Gli strumenti di ricarica e di prelievo dal conto di gioco: dato che spesso i giocatori online, soprattutto scommetttitori,  hanno più conti di gioco, si cerca di accentrare ricarica e prelievo su un unico strumento valido anche per altri siti. I concessionari che hanno una gamma molto limitata di modalità di ricarica e prelievo, prima o poi verranno messi in secondo piano;
  2. La stabilità del software di gioco: a volte alcuni siti o dei software si bloccano facendo perdere la sessione di gioco, gli utenti sono disposti a tollerare questa problematica al massino 1 sola volta;
  3. La qualità del servizio di assistenza: questo è uno degli aspetti più snervanti. Parlare con un operatore che però non può risolvere la problematica non ha senso anzi è controproducente;
  4. la possibilità si giocare da qualunque PC: chi gioca a poker online valuta la possibilità di poterlo fare anche dall’ufficio oppure da altri PC che non sia il suo;
  5. La gestione delle passoword: tema sottovalutato da alcuni concessionari ma non dagli utenti che vorrebbero decidere le proprie password senza dover ricordare codici di 12 caratteri impossibili da memorizzare. Un valido aiuto potrebbe essere dato dalla funzionalità di recupero password ma noi stessi abbiamo verificato che in molti siti non funziona.

Questa breve rassegna di alcuni degli aspetti emersi nel corso del Focus Group testimoniano come gli utenti stiano diventando sempre più esigenti e siano attenti a diversi elementi spesso trascurati dai concessionari. Occorre quindi stabilire un dialogo, opportunamente mediato, con gli utenti, per questo GiocaiGiochi continuerà ad aiutare gli operatori in questa fase strategica per il successo e l’ottimizzazione della propria offerta di giochi online.