Secondo le ultime voci di corridoio dobbiamo aspettare marzo per avere il regolamento di AAMS che permetterà il gioco del poker online in modalità cash. Sia gli operatori che gli utenti stanno aspettando con ansia questo momento: all’estero è la modalità cash la preferita dai giocatori, grazie alla sua flessibilità.

A differenza della modalità torneo di poker, attualmente l’unica legale in Italia, in modalità cash il giocatore può sedersi al tavolo con la quantità di fiches che preferisce, comprare nuove fiches e alzarsi quando vuole. Evidenti vantaggi e svantaggi: la spesa per l’utente nel torneo è fissa e pari all’iscrizione. Nel poker cash, salvo disposizioni del legislatore – si vocifera un limite di 1000 euro, non ci sono limiti a quanto un giocatore può portare con sé al tavolo e perdere. Ma d’altra parte, le partite sono più brevi: non serve rimanere al tavolo fino alla fine, sopportando la tensione e facendo contare ogni mano. Il gioco non finisce con un’eliminazione. Lo scopo è vincere quante più mani possibile e c’è sempre la possibilità di rifarsi a un altro tavolo dopo una pausa per riprendere la concentrazione. L’esperienza è più simile a quella del poker live.

Cambia quindi completamente l’approccio al gioco. I professionisti del poker consigliano ai novellini di iniziare sempre giocando in modalità torneo, per limitare le perdite mentre si fa esperienza. Ma è chiaro che è ai tavoli cash che è possibile accumulare vincite più sostanziose in un tempo minore. Il poker cash è anche più fruibile, visto che la partita termina quando il giocatore lo decide, questo permette di giocare nei ritagli di tem