[print_link]

Uno degli aspetti fondamentali che i concessionari si ritroveranno a risolvere man mano che cercheranno di sviluppare il mobile betting, ma non solo, è rappresentato dalla possibilità di disporre di forme di pagamento che consentano di ricaricare e gestire il conto di gioco ovunque utilizzando il telefono cellulare.

La soluzione è rappresentata dai mobile payments, cioè dalla possibilità di inizializzare una catena di pagamenti da telefono cellulare. I vantaggi derivanti dall’utilizzo dei Mobile Payments per i concessionari sono quindi legati non solo alla possibilità di introdurre nuove modalità di gioco ma anche dalla possibilità di beneficiare della riduzione dei costi di ricarica dei conti di gioco, dei costi di gestione del contante e dalla possibilità di indirizzare nuovi target di utenti.

In Italia i servizi di mobile payments hanno una diffusione limitata, ma l’interesse dei grandi player del mondo finanziario e degli operatori di Telecomunicazione è elevato. Finora i principali soggetti presenti su questo mercato sono:

  • Postemobile, l’MVNO lanciato da Poste Italiane;
  • Noverca, MVNO nato dall’alleanza tra Acotel e Intesa San Paolo;
  • Movincom, un consorzio che aggrega una serie esercenti interessati ad attivare servizi di mobile payments;
  • OneBip, società italiana che ha realizzato un sistema di pagamento tramite cellulare per l’acquisto di beni e servizi in vendita online.

Nel 2010 si attende il lancio delle applicazioni di Mobile Payments da parte di Telecom Italia e PayPal, già attivo all’estero, ma è facile prevedere che le novità saranno tante.

I prodotti e servizi che ad oggi è possibile acquistare tramite mobile payments sono:

  • contenuti multimediali quali loghi, suonerie, musica, download di giochi, abbonamenti a riviste/news online, accesso a siti, etc..;
  • Acquisto di servizi di entertainment come ticket per concerti, mostre e cinema, oppure contenuti video premium;
  • Mobile ticketing per trasporto pubblico e privato;
  • Mobile parking, ovvero l’utilizzo del cellulare per gestire transazioni relative a servizi di parcheggio in aree dedicate.

Presto a questi servizi si affiancherà il betting ed i mobile skill games con servizi che daranno la possibilità di effettuare  ricarica del conto di gioco (da utilizzare per scommesse e giochi) e di giocare direttamente dal cellulare (es. gratta e vinci, scommessa live). Lo scenario di utilizzo cambiare naturalmente a seconda della modalità di svolgimento del gioco cioè attraverso m-site o applicazione Java (SMS based). Il trasferimento dei fondi sul conto di gioco avverrà attingendo a diverse fonti di prelievo: conto corrente, carta di credito oppure borsellino elettronico convenzionato con il concessionario di gioco associato ad una carta di credito. Stiamo escludendo al momento la possibilità di utilizzare la disponibilità presente nel conto telefonico, dato che questo dipende esclusivamente dalla volontà degli operatori TLC che non sembrano intenzionati a cedere un credito spendibile in servizi, voce e dati, che assicurano comunque un margine superiore a quanto riuscirebbero ad ottenere destinando qugli stessi fondi a giochi e scommesse.

All’estero i provider di servizi di Mobile Payments hanno già tra i propri merchants provider di casinò, poker e betting online. Tra gli esempi più importanti da citare:

  • Paybox, società austriaca, pioniere nei pagamenti mobili che ha tra i suoi merchant oltre 15 siti di casinò e scommesse;
  • Mobipay, joint venture formata dai principali operatori di telefonia mobile spagnoli che consente di partecipare a diverse lotterie tramite cellulare;
  • Ukash, che tra i suoi partner ha diversi mobile casinò;
  • Payforit, utilizzato dagli utenti Vodafone in UK per ilmobile casinò Spin3.

Occorrerà osservare nei prossimi mesi come si muoveranno i ledear di questo mercato primo fra tutti Obopay che lancerà con Nokia il servizio di Mobile Payments Nokia Money, applicazione di pagamento che sarà embedded nei cellulari Nokia.