Sono ormai diverse le indiscrezioni sulla possibilità di lancio si una sorta di scontrino Gratta & Vinci allo scopo di ridurre l’evasione fiscale. A ritornare su questa notizia è il blog 2+2 de Il Foglio, che parla di un possibile coinvolgmento di due tipologie di soggetti:

  • concessionari del gioco
  • operatori di telefonia mobile

A breve scopriremo se si tratta di pure ipotesi o di realtà, è certo però che questo strumento è già utilizzato in Cina e altri stati dell’Asia.

Si tratta dunque di un’ipotesi interessante che presenta però una complessità organizzativa, documentale e logistica da non sottovalutare. Inoltre, se il Gratta & Vinci fiscale fosse realizzato, occorrerà verificare che i benefici derivanti dalla possibile minore evasione non siano annullati da nuove forme di irregolarità che tale tipo di meccanismo potrebbe generare.